BILANCIO E IMMIGRATI, VERRENGIA ATTACCA L’OPPOSIZIONE

Giuseppe-Verrengia-230x130

In merito al recente dibattito sviluppatosi tra la minoranza e la maggioranza sui temi dell’immigrazione  e del bilancio di previsione, interviene il Consigliere di maggioranza Giuseppe Verrengia.

 

“L’Italia oggi si trova ad affrontare due temi complessi e spinosi: la crisi economica e l’immigrazione, temi che se trattati con superficialità, sia a livello locale che nazionale possono dare vita a forme molto gravi di intolleranza ed estremismo. I due temi hanno dimostrato ancora una volta che la minoranza è la migliore espressione vivente del cosiddetto “vuoto pneumatico”. Di fronte a temi complessi ci vogliono sicuramente momenti di riflessione comune ed analisi accurata. Ma quanto fatto dai consiglieri comunali di opposizione – ad eccezione del consigliere Alessandro Pagliaro sempre lucido e coerente – è stato semplicemnte alzare un grande polverone senza alcuno scopo che gettare fango sull’amministrazione Schiappa.

 

Iniziamo dall’immigrazione. Si deve sapere in modo chiaro ed inequivocabile che l’amministrazione Schiappa è stata la prima ad effettuare controlli sistematici, ovvero continui e periodici, per la verifica delle abitazioni. Abbiamo censito tantissimi mondragonesi che hanno affittato in nero le proprie case fatiscenti. Altro che censimento degli immigrati ! La minoranza  – sempre con l’eccezione di Alessandro Pagliaro – è complice morale di quella Mondragone che non ama le regole e che vuole sfruttare il bisogno degli immigrati e non solo. Se la minoranza avesse avuto vero senso civico avrebbe dovuto sottoscrivere il manifesto di denuncia prodotto dalla maggioranza con cui si invitano i mondragonesi ad essere anzitutto persone rispettose delle norme e del buon vivere civile. Questo è il vero censimento che si sta facendo e che si devefare ancora: i mondragonesi che affittano a nero agli immigrati !

 

Per quanto riguarda il Bilancio esiste un solo fatto incontrovertibile: che nel pieno di una grande crisi economica e finanziaria il Comune di Mondragone, con immensi sacrifici, non ha dichiarato fallimento come hanno fatto quasi tutti i grandi comuni della Provincia. Anzi. Abbiamo finalmente unificato la banca dati anagrafica con quella tributaria. Come promesso nel 2012, dal 2015 dopo gli elusori iniziamo la guerra agli evasori. I dati sono in fase di elaborazione. Equità e solidarietà: questi devono essere le parole d’ordine per avere una comunità civile responsabile, matura e rispettoso degli essere umani e delle leggi”