BIG MAMA – PROGRAMMA CONCERTI DAL 22 AL 28 MAGGIO – BIANCA BLUES & I SETTE SOUL, RIDING SIXTIES, DESIREE’ SINGS BACHARACH…

biancabluesa7soul GIOVEDI 22 MAGGIO

DESIREE SINGS BACHARACH

Ingresso Libero

Concerto ore 22,30

Se Gershwin è stato il più grande compositore della prima metà del ‘900,Burt Bacharach è unanimemente riconosciuto come uno dei compositori più rappresentativi della seconda metà del ventesimo secolo.

Le sue canzoni sono state portate al successo da grandi interpreti come Dionne Warwick, Aretha Franklin, Perry Como, Dusty Springfield, Nat King Cole, Elvis Costello, Patti Labelle, Tom Jones, Christopher Cross e più recentemente Seal..

Autore di indimenticabili colonne sonore per il cinema (“Butch Cassidy”, “Arthur”, “Il Matrimonio del Mio Migliore Amico”, “Austin Powers”, ecc.) per le quali ha ottenuto ben 3 Oscar e 7 nomination, Bacharach è stato insignito dei massimi riconoscimenti musicali.

“Désirée Sings Bacharach” nasce nel 2004 da un’idea di Désirée Petrocchi con l’intento di celebrare questo straordinario compositore, riproponendo in chiave acustica i suoi grandi classici: I Say a Little Prayer, Alfie, Raindrops Keep Falling On My Head, I’ll Never Fall In Love Again, Walk On By, The Look Of Love, What The World Needs Now, ecc…

Questo quintetto riunisce straordinari ed eclettici musicisti che, attraverso la voce di Désirée, danno vita ad un emozionante viaggio musicale che ripercorre gli ultimi 50 anni di storia, raccontata, tra un brano e l’altro, con brevi cenni biografici su Bacharach e riferimenti ai fatti di cronaca più rilevanti.

Désirée Petrocchi (voce) – Aidan Zammit (piano, voce) – Lorenzo Feliciati (contrabasso) -Emanuele Smimmo (batteria) – Angelo Olivieri (tromba, flicorno)

 

 

 

 

VENERDI 23 MAGGIO

BIANCA BLUES E I SETTE SOUL

“20 Years of Soul”

Ingresso Libero

Concerto ore 22,30

 

BIANCA BLUES E I SETTE SOUL festeggiano venerdì 23 maggio al Big Mama i loro 20 anni di musica dal vivo, con la straordinaria partecipazione di tanti ospiti, musicisti che in questi due decenni si sono esibiti con questa orchestra unica nel suo genere.

Bianca Blues & 7 Soul hanno all’attivo due album, uno dal vivo ed il secondo registrato in studio. In scaletta grandi successi del Soul e Rhythm ‘n Blues: da “Knock on Wood” a “My Girl” e “Mustang Sally”, tutti intrepretati magistralmente dalla grande voce di Fulvio Tomaino e con l’energia e l’impatto sonoro di una delle migliori sezioni fiati in circolazione.

Stax, Motown, Chess, Rhino. Quattro nomi che hanno fatto la storia della musica nera negli Stati Uniti. Un’evoluzione musicale e una rivoluzione culturale che ha investito milioni di persone. Fra questi molti musicisti sono stati coinvolti attivamente in quella che è stata chiamata la consapevolezza nera, e quindi la lotta per l’affermazione degli afroamericani nel proprio paese e nel mondo intero. Artisti come curtis Mayfield, Ray charles, Aretha Franklin, Otis Reddig, Sam Cooke , Al Green fino ad arrivare ai più impegnati Marvin Gaye, War, James Brown, hanno contribuito al pari di coraggiosi uomini politici neri e personalità dell’epoca (Malcolm X, Martin Luther King, Muhammad Alì) all’affermazione della comunità afroamericana.

Le canzoni trasmesse dalle radio hanno fatto ballare speranzose generazioni nei quartieri poveri di New York, Chicago, Detroit, New Orleans. La leggenda di quel sound è ancora presente nella musica e nella cultura odierna. BIANCA BLUES & I SETTE SOUL sono da anni portatori di questo suono, inconfondibile. Soul, funk e Rhythm’n’ blues si mescolano in uno spettacolo di una band di nove elementi con una starordinaria sezione fiati.

 

VOCI: FULVIO TOMAINO, LOREDANA MAIURI, SARA BERNI, LUSY CAMPETI, DESIREE PETROCCHI, CHITARRISTI: ALFREDO BOCHICCHIO, GIAMPIERO GOTTI, BASSO MASSIMO NANNI, BATTERISTI: STEFANO MARAZZI, CLAUDIO COLAZZA, TASTIERE MASSIMILIANO CIAFREI, TROMBE: SERGIO VITALE, FABIO CALCARI, ANDREA BACCIALI, LUCA IABONI, TROMBONI: LUCA GIUSTOZZI, ENZO DE ROSA, SAX CONTRALTO CARLO MARIIA MICHELI, SAX TENORE BRUNO COLTRE, SAX BARITONO PAOLO TOMASSINI.E TANTI ALTRI….

 

 

 

SABATO 24 MAGGIO

RIDING SIXTIES

“MR. TAMBOURINE BAND”

Ingresso Libero

Concerto ore 22,30

 

Il 24 maggio ricorre il compleanno di uno tra i più importanti artisti musicali del nostro tempo, Bob Dylan. I Riding Sixties, da sempre estimatori del menestrello americano, hanno deciso di dedicare un loro personale tributo, con una selezione delle canzoni più belle tratte dalla ricchissima produzione di Dylan, con interpretazioni e arrangiamenti presi dai tanti artisti che negli anni si sono cimentati con questo repertorio.

 

Bob Dylan, nato con il nome di Robert Allen Zimmerman (Duluth, 24 maggio 1941), è un cantautore e compositore statunitense. Distintosi anche come scrittore, poeta, attore, pittore, scultore e conduttore radiofonico, è una delle più importanti figure degli ultimi cinquant’anni nel campo musicale, in quello della cultura popolare e della letteratura a livello mondiale.

La maggior parte delle sue canzoni più conosciute risale agli anni sessanta, quando l’artista si è posto come figura chiave del movement, il movimento di protesta americano. Canzoni come Blowin’ in the Wind e The Times They Are A-Changin’ sono diventate gli inni dei movimenti pacifisti e per i diritti civili. I testi delle sue prime canzoni affrontano temi politici, sociali e filosofici e risentono di influenze letterarie, sfidando le convenzioni della musica pop e appellandosi alla controcultura del tempo. Nel corso degli anni Dylan ha ampliato e personalizzato il suo stile musicale arrivando a toccare molti generi diversi come country, blues, gospel, rock and roll, rockabilly, jazz e swing, ma anche musica popolare inglese, scozzese ed irlandese. Tra i molti riconoscimenti che gli sono stati conferiti vanno menzionati almeno il Polar Music Prize (equivalente del premio Nobel in campo musicale) nel 2000, il Premio Pulitzer nel 2008, la National Medal of Arts nel 2009 e la Presidential Medal of Freedom nel 2012. È stato inoltre ripetutamente candidato al premio Nobel per la letteratura. La rivista Rolling Stone lo inserisce al secondo posto nella lista dei 100 migliori artisti e al settimo in quella dei 100 migliori cantanti.

 

Ma chi sono i RIDING SIXTIES ? “Siamo la madre di tutte le coverband, ma niente parrucche…!!!” Con oltre 20 anni di attività la band, nata per un concerto di fine anno in una scuola (come i Quarrymen), si è distinta negli anni per la sua ricerca musicale e il suo sound. Il repertorio enciclopedico dei Riding spazia dai Rolling Stones, di cui sono la prima coverband italiana, ai Beatles. Il loro spettacolo attuale si chiama appunto “Beatles VS Rolling Stones”. Sono stati la prima band (o complesso come preferiscono definirsi con un termine ironicamente vintage) a fare delle sonorità e del mondo Beat un genere della musica live di oggi in Italia. Il loro menù include i grandi protagonisti della British Invasion: Kinks, Who, Animals, Them, Troggs ma anche Equipe 84, Rokes, Corvi, Primitives, Caselli. Infine Dylan, il Maestro americano, a cui possono dedicare un’intera serata (Mr Tambourine Band). Il loro ultimo CD “Coverband” esprime il loro orgoglio nell’essere stati tra i primi in Italia a promuovere il fenomeno attuale delle cover.

 

MERCOLEDÌ 28 MAGGIO

VOCI – Music Academy of Rome

 

Serata a sostegno della Onlus Afrikas

Ingresso Libero

Concerto ore 22,30

 

Voci è un progetto che ha come obiettivo, quello di curare il percorso di un artista a 360°, dalla direzione artistica, composizione, arrangiamento, promozione, produzione, distribuzione digitale, cura dell’immagine e management offrendo ai giovani artisti l’opportunità di approcciarsi al mondo del mercato musicale, maturando un processo di crescita che li porterà alla realizzazione di un proprio progetto artistico.

 

Troppi sono i talenti sprecati e ingannati, da una discografia viziata e limitante, ed è per questo che sotto la direzione artistica di  Micki Piperno e  Fulvio Tomaino  accomunati dall’ amore ed il rispetto per la professione musica e dall’esperienza e professionalità acquisita sul campo negli anni,  il 28 maggio al Big Mama di Roma, coordineranno il contest VOCI, alla ricerca di nuovi artisti da ascoltare da vicino e qualora ve ne siano i presupposti da promuovere e valorizzare sulla scena musicale italiana.

 

L’evento sosterrà L’Onlus Afrikasì, associazione laica indipendente, non lucrativa, di utilità sociale, fondata dal 2000 dal Dott. Ennio Maria di Giulio e dalla Dott.ssa Alessandra Tiengo per favorire lo sviluppo della popolazione residente nello slum (baraccopoli) Deep Sea di Nairobi – Kenya con la collaborazione e cooperazione del Co.y.re.p -ong keniota e la comunità locale.

 

In Italia Afrikasì promuove una cultura di solidarietà, di sostengo e attenzione alle problematiche sociali e di rispetto dei diritti umani, al di là di ogni convinzione ideologica, politica e religiosa. A Nairobi Afrikasì è responsabile del progetto Deep Sea Educational Project che favorisce l’alfabetizzazione e formazione di bambini e ragazzi nati e residenti nelle baraccopoli dalla scuola materna agli studi universitari, programmi psico-sociologici e sanitari di base a sostegno della comunità stessa.