Aversa: prima serata del Premio Bianca D’Aponte – Città di Aversa

D'Aponte
Foto di Giovanni D’Angelo

Ieri sera al Teatro Cimarosa è partita la dodicesima edizione del Premio Bianca D’Aponte – Città di Aversa

Lo splendido teatro Cimarosa, ieri sera, ha fatto da cornice al Premio Bianca d’Aponte – Città di Aversa.  Si sono esibite, in un’atmosfera calda e accogliente, giovani promesse del cantautorato femminile e grandi nomi della musica italiana. Aversa ieri sera si è trasformata da cittadella normanna a capitale della musica; tutto nel nome di Bianca, la  giovane e talentuosa cantautrice morta all’età di ventitre anni.

Anche stasera nella stessa meravigliosa location ci sarà tanta buona musica ad attendere gli spettatori. L’intera manifestazione  si svolge sotto l’occhio vigile dell’ideatore del Premio: Gaetano D’Aponte e dei suoi collaboratori. Il comitato di garanzia, nelle scorse settimane, ha vagliato attentamente le giovani finaliste che ieri sera sono salite sul palco e anche oggi continueranno ad animare la manifestazione.  La serata è stata condotta egregiamente da Antonio Silva e Steven Forti;  non è mancata qualche gaffe, dovuta soprattutto all’emozione, ma il loro brio e la loro ironia sono riusciti a conquistare il pubblico in sala.

Sul palco si sono susseguiti, in un vortice di suoni e colori ospiti come Giuseppe Anastasi, Patrizia Cirulli, Giorgia Del Mese, Massimo Germani, Irene Ghiotto, Mauro Ermanno Giovarnardi, Vera Gotschall, Kaballà, Brunella Salo, Fausta Vetere e Peppe Voltarelli. Tony Bungaro ha cantato magistralmente Perfetti sconosciuti, brano scritto per l’omonimo film e interpretato da Fiorella Mannoia. I Letti Sfatti hanno voluto  ricordare Bianca insieme a Fausto Mesolella, con Brilla una stella, canzone dedicata proprio alla giovane cantautrice.

Tale evento si inserisce in un triangolo musicale che mette in relazione la manifestazione aversana,  il Premio Tenco, ideato per il cantautorato maschile, e il Premio Bianca d’Aponte International che ha trovato la sua sede stabile a Barcellona, grazie alla collaborazione dell’associazione Cose di Amilcare (emanazione spagnola del Club Tenco). Vincitrice, per l’edizione di quest’anno, del Premio internazionale è stata Elena Frolova, che ieri sera ha presenziato anche alla serata nel teatro aversano.

 Grazia Martin      
martin.grazia@hotmail.it

About Grazia Martin

Studente presso il Dipartimento di Lettere e Beni Culturali della Seconda Università degli Studi di Napoli. In precedenza ha fatto parte della redazione di un'altra testata online. Personalità poliedrica, dai molteplici interessi, ha cominciato a scrivere da giovanissima ricevendo anche diversi riconoscimenti, è appassionata di musica; si occupa di musealizzazione delle strutture ex manicomiali e di turismo for all. Guarda con notevole interesse alla storia e alle attuali vicende della città d'Aversa. Per contatti: martin.grazia@hotmail.it