ASD Settebagni Calcio contro l’arresto cardiaco improvviso

ASD_settebagni_Calcio1ASD_settebagni_Calcio2

unnamed

Il Comitato “Facciamo ripartire il cuore ONLUS” abilita all’uso del defibrillatore dodici operatori dell’ASD Settebagni Calcio

 

L’ASD Settebagni Calcio è pronta a contrastare l’arresto cardiaco improvviso e ad assicurare agli atleti un tempestivo intervento di rianimazione cardiopolmonare!

 

Si è infatti dotata di defibrillatore semiautomatico e, nei giorni scorsi, con la collaborazione degli istruttori volontari del Comitato “Facciamo ripartire il cuore ONLUS” e di Silvia Guarnieri, presidente dell’associazione “Il Filo della Vita”, direttrice, anche lei volontaria, dei corsi del Comitato, ha ufficialmente certificato l’abilitazione di dodici operatori all’esecuzione delle manovre di rianimazione cardiopolmonare, disostruzione delle vie respiratorie e uso del defibrillatore semiautomatico.

 

I corsi sono stati realizzati in conformità con il protocollo formativo di “Salvamento Academy”, organizzazione leader del settore, che da anni, a partire dal soccorso per gli appassionati di osservazione e pesca subacquea, diffonde le pratiche di soccorso precoce indispensabili per fronteggiare immediatamente, anche da parte di “non sanitari” (i cosiddetti “laici”)  le conseguenze degli stress cardiorespiratori e dell’arresto cardiaco.

 

“Diversamente da quanto molti immaginano – dichiara Rossella Lorenzotti, presidente del Comitato – per contrastare le conseguenze dell’arresto cardiaco improvviso, che oggi provocano oltre 60 mila morti in Italia, non basta chiamare tempestivamente i soccorsi qualificati. E’ indispensabile che chi assiste al malore sia capace di intervenire immediatamente, non solo per chiamare urgentemente i soccorsi, ma anche per supportare la probabilità di futura integrità biologica e la sopravvivenza della vittima, con manovre appropriate”.

 

“Il decreto Balduzzi – prosegue Lorenzotti – stabilendo l’obbligo per le società sportive di dotarsi di defibrillatore e di operatori abilitati ad usarlo, ha avuto indubbiamente il merito di richiamare l’attenzione sulla necessità di contrastare l’arresto cardiaco improvviso. Ma lo ha fatto con le semplificazioni demagogiche della politica, sull’onda dell’emozione suscitata dalla morte “in diretta” del calciatore Piermario Morosini. In realtà la maggioranza degli arresti cardiaci improvvisi si verifica in casa o sul posto di lavoro. E’ evidente che il nostro Paese deve fare ancora molta strada per mettere a fuoco il problema ed applicare provvedimenti realmente efficaci, anche se si affacciano alcune lodevolissime iniziative locali di ben altro spessore politico, scientifico e organizzativo”.

 

23 novembre 2015

 

Ufficio Stampa: 347.5321397

 

I tuoi dati personali saranno trattati dal Comitato “Facciamo Ripartire il Cuore” Onlus Lorenzo Marcucci a norma di legge (“tutela della privacy”) e potrai in qualsiasi momento richiederne la correzione o la cancellazione inviando una e-mail ainfo@facciamoripartireilcuore.org specificando il tuo indirizzo email di contatto: redinformare@libero.it.

Il nostro messaggio ha solo fini informativi e non di lucro. Questa comunicazione è stata inviata utilizzando il nostro archivio di indirizzi e-mail. I dati sono trattati secondo le disposizioni del D.lgs n.196 del 30 giugno 2003. Qualunque recapito non voluto è probabilmente frutto di un disguido o di una anomalia e ce ne scusiamo. In tal caso sarà sufficiente seguire le procedure sopra indicate per essere rimossi dalla mailing-list.

Donazioni

Sostienici anche per il 2015, le donazioni che effettuerai usufruiranno di una detrazione pari al 26%.

Cosa puoi fare Clicca qui

Galleria Video Clicca qui

Scarica materiali Clicca qui

Dona il tuo 5 per mille

Puoi destinare al Comitato “Facciamo ripartire il cuore – Lorenzo Marcucci – ONLUS” il 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) firmando nell’apposita casella della dichiarazione dei redditi e indicando  il codice fiscale del Comitato: 97755230584.

Seguici su

Youtube
Facebook