Napoli: quattro giornate ricche di arte grazie all’associazione culturale “Medea – Fattoria sociale”

Quattro giornate di grande fermento per la città di Napoli, all’insegna della cultura e dell’arte collettiva, a cura dei giovani. Grande attesa per l’evento promosso dall’associazione culturale “Medea – Fattoria sociale” che si propone di esaltare l’arte in generale, a 360°.

Dal 21 al 24 aprile alla Galleria Principe di Napoli (adiacente al Museo Nazionale sito in Piazza Cavur), si terrà la rassegna di eventi “Proscenio dei Talenti”. Quattro giorni ricchi di arte, cultura e innovazione.
L’associazione culturale “Medea – Fattoria sociale” ha promosso, insieme all’Assessorato ai Giovani, Creatività, Innovazione del Comune di Napoli e alla Regione Campania; tre diverse area tematiche unite in un’unica rassegna con lo scopo di dare lustro ai giovani talenti della città di Napoli e far rivivere la Galleria.
Agli eventi parteciperanno giovani, artisti ed imprenditori emergenti, di età compresa tra i 16 e 35 anni. La presidente dell’associazione Medea Fattoria-sociale si è detta soddisfatta del lavoro svolto:
Ringraziamo tutti per la partecipazione. Speriamo di riuscire nel nostro intento e cioè quello di creare un osservatorio di progettazione e di ricerca dedito alla creatività e all’innovazione. L’associazione Medea, che cerca di curare la marginalità e l’esclusione sociale dei giovani, donne e persone con disabilità attraverso la creatività e la cultura in generale; continuerà le sue attività con eventi, incontri e dibattiti affinché promuova un laboratorio sperimentale itinerante, che parta dalla Galleria Principe e che approdi ad una rete di sviluppo attiva sul territorio partenopeo”.
Durante le quattro giornate le attività saranno così divise:
Startup in fiera: due stand informativi e due tavoli di confronto; due workshop; una mostra artigianato; una perfomance artistico musicale.
Arte e Legalità: una rappresentazione artistica musicale; una mostra di quadri; una mostra fotografica; artigianato; presentazioni di libri; un workshop; un laboratorio; un reading musicale.
Storie dal mondo: due presentazioni di libri; una mostra di artigianato; una mostra di quadri.

Tra gli artisti ricordiamo le mostre di artigianato di  “wow creazioni divertenti” di Eduardo Ferro e di Altri orizzonti “Made in Castelvolturno”, le mostre di quadri e di artigianato di Arianna Donini e l’artista ZAO! e la “Voce e popolo” realizzata dall’ass.ne “Radici e Rareche” ed infine la mostra fotografica di Giusy Civita a cura di Medea-Fattoria Sociale.

Tra gli stand informativi troviamo quello del gruppo “sociologicamente”, testata giornalistica di Renè Verneau e quello dell’associazione “Psicologi in contatto Onlus”.

Per concludere, le presentazioni libri  del “Il verso della Rana” di Viola Scotto di Santolo (ed. Eracle, 2015), della “città psicotica” Guida Editori / Stand informativo dell’associazione “Psicologi in contatto Onlus”, del “Il calibro sul fondale” di Mauro Oropallo; “Kiko” di Vincenzo Patella, del libro di Andrea Cerasuolo e Carlo Conte dal titolo “in dispArte – ovvero il dio che non crede in me” con l’attore Roberto Azzurro.

Alessia Giocondo

alessia.giocondo@gmail.com