Arriva la V.I.A. (valutazione d’impatto ambientale) per la centrale a biomasse ma la partita è tutta da giocare.

10472690_653235891427885_6174722274939745025_nCALVI RIOSRTA. Arriva la V.I.A. (valutazione d’impatto ambientale) per la centrale a biomasse che Iavazzi  vuole impiantare nella ex-Pozzi, nel comune di Calvi Risorta.

Il documento fornisce parere positivo, rinviando però la decisione definitiva alla conferenza dei servizi e subordinandolo ai pareri fondamentali degli altri enti coinvolti. La partita è, in tutta evidenza, ancora da giocare. Sia in conferenza dei servizi, dove vi sono stati pareri negativi da parte di ASL, ARPAC, Comune di Pignataro, Comune di Sparanise e Comune di Camigliano, che sul territorio, dove in migliaia hanno manifestato contro l’ennesima inutile speculazione ai danni dell’Agro Caleno, il fronte del ‘No’ resta in vantaggio e non abbassa la guardia.

Continueremo a combattere la nostra battaglia finché l’impianto non sarà definitivamente cancellato e una inversione di tendenza, rispetto alla svendita di un intero territorio, sarà ottenuta.

Domani, giovedì 10 luglio alle ore 17,00 interverremo al Consiglio comunale aperto convocato a Calvi Risorta sul tema. Invitiamo tutte le comunità dell’Agro Caleno a partecipare convinte e compatte.

La nostra non è speranza, ma determinazione!

NO ALLE OPERE INUTILI E DANNOSE L’UNICO PARERE CHE CONTA É QUELLO POPOLARE!

 

Comunicato stampa, mercoledì 9 luglio 2014.

— 

Comitato per l’Agro Caleno: NO Centrale a Biomasse