Approvato il servizio bike sharing ad Aversa

Nella mattinata del 25 ottobre la commissione lavori pubblici del Comune di Aversa ha approvato il regolamento per il funzionamento del servizio bike sharing. Si tratta di una nuova iniziativa presa dalla città, che consentirà di implementare la mobilità sostenibile della città attraverso la condivisone di biciclette al suo interno.

La commissione, presieduta dal consigliere Stefano Di Grazia e costituita dai consiglieri Di Palma, Sbano e Golia, ha predisposto un disciplinare che prevede l’utilizzo di 35 biciclette distribuite su 7 punti di snodo, la tariffa di utilizzo sarà di un euro per ogni ora, ma la prima mezz’ora di fruizione sarà gratuita, per accedere al servizio sarà necessario di un apposito chip. In ogni scuola di Aversa saranno distribuite 10 chip card al fine di essere distribuite gratuitamente agli studenti più meritevoli, secondo una graduatoria elaborata da ciascuna scuola, che abbiano un reddito familiare non superiore a 5000 euro, tali card saranno comprensive della prima ricarica. Il regolamento sarà ora trasmesso alla commissione statuto per le valutazioni di sua competenza prima di approdare all’approvazione definitiva del Consiglio Comunale. Il regolamento porta a conclusione l’iter avviato dall’amministrazione del sindaco Giuseppe Sagliocco, che aveva ottenuto, mediante il finanziamento dei fondi Più Europa, la realizzazione del percorso cittadino del bike sharing. Ha commentato il presidente della commissione Stefano Di Grazia: “Dopo un assiduo ed impegnativo lavoro siamo riusciti a predisporre uno strumento decisivo per la mobilità in città. Mi preme ringraziare tutti i componenti della commissione per il loro contributo, che fornisce ad Aversa un servizio che porta vantaggi oggettivi, sia in termini flussi di traffico, e conseguentemente di qualità dell’aria, sia in termini di sostegno alla mobilità delle fasce più giovani. Voglio sperare che, dopo l’approvazione del Consiglio Comunale, il servizio possa contare sulla collaborazione dei cittadini e sul loro senso civico affinchè si mantenga efficiente. Le biciclette e gli stalli per il loro deposito sono stati acquistati con denaro della collettività, sono quindi un bene comune, di grande utilità, che gli aversani devono tutelare”. Anche il consigliere Sbano ha espresso “soddisfazione per un risultato che risponde ad una delle priorità che ci eravamo posti di affrontare”. Nella stessa seduta della Commissione si è indicato il prossimo tema che la stessa dovrà affrontare, relativo alla redazione del nuovo regolamento di polizia mortuaria.

Alessia Giocondo