Annalaura Gaudino – Il mestiere della fashion blogger

Annalaura Gaudino

Annalaura Gaudino è una giovane fashion designer e blogger napoletana. Da piccola amava disegnare sfilate di moda, così ancora oggi esprime sé stessa attraverso essa. Attratta da tutto ciò che è bello, per lei il superficiale diventa essenziale perché strumento di comunicazione attraverso forme, colori tessuti ecc. Brillante da sempre, si laurea in Scienze Politiche, prosegue il suo percorso studiando all’Accademia della moda diventando fashion designer. Per lei la moda rappresenta qualcosa di personale, anche se sulle passerelle vengono dettate delle regole, lei le interpreta a modo suo, insomma non ama gli standard. Attratta dal bello, per questo che racconta in forma lieve e sincera quello che scopre nel suo mondo, nei suoi viaggi, eventi e passerelle.
Noi di Informare abbiamo avuto il piacere di incontrarla e porle alcune domande su questo nuovo mondo.

 Annalaura come nasce il tuo amore per la moda?

«È un’idea che ho metabolizzato nel tempo. Sin da piccola disegnavo abiti di moda. Dopo la laurea in Scienze Politiche, ho lavorato in un’agenzia di moda, poi viaggiando ho studiato le varie tendenze. Tornata in Italia, decisi di specializzarmi nella mia passione iscrivendomi all’Accademia della Moda in fashion designer. Ho lavorato con molte aziende di moda come designer, ma tre anni fa (nel 2014 ndr.), per gioco, creai il mio blog “Il salotto buono della moda”, il quale nasce come un blog personale, una chiacchiera informale e leggera come si fa tra amiche.  All’inizio non ero convinta di aprirlo, data l’affluenza delle giovani ragazze che usano spesso questo mezzo, ma pian piano ho trasformato il “gioco” in un lavoro a tempo pieno».

Qual è la giornata tipo di una fashion blogger?
«Il blog è gestito da me a 360°, contatti da cercare, leggere notizie inerenti agli eventi di moda e le tendenze del momento. Lavorando man mano a questo progetto, ho notato che molte persone mi seguivano, da reti televisive a radio private, e anche da vari brand aziendali, i quali mi hanno chiesto di fargli da testimonial».

Come si fa la differenza in questo lavoro?
«Con la sincerità, e una penna un po’ diversa, con il massimo della trasparenza. La marcia in più di questo lavoro è restare semplici ed essere sincere. Infatti il mio modo di scrivere e raccontare gli eventi, è di trasmettere le emozioni che provo in prima persona e di metterci il mio stile».

Può considerarsi un lavoro questo della fashion blogger?
«Si, se lo fai con impegno, sette giorni su sette. Possono capitare giornate che ti prendi una pausa, ma è un lavoro in continuo movimento, in continua costruzione. Il lavoro più duro è la ricerca dei clienti per le eventuali collaborazioni».

È difficile fare la blogger a Napoli?
«Qui a Napoli, purtroppo, ci sono pochi eventi di moda, ma nello stesso tempo c’è molta arte, e questa non ha confini».

Quali sono i tuoi progetti futuri?
«Il sogno è quello di scrivere per grandi testate di moda, perché amo parlare di questo mondo».

Annalaura Gaudino, giovane, spiritosa, attenta a tutte quelle che sono le tendenze del momento. Attraverso la sua sensibilità e il suo animo creativo, porta avanti un progetto molto interessante. All’interno del quale si alternano eventi di moda, consigli, tendenze e tanto altro. In un periodo storico come il nostro, conoscere giovani tenaci e in gamba, che portano avanti un progetto nel quale credono, ci fa conoscere un’altra medaglia della società, quella buona.

di Maria Grazia Scrima
scritta.mariagrazia@gmail.com

About Maria Grazia Scrima

Classe ’86. Laureata in Arti Visive (Laurea I livello) e in Fotogiornalismo (Laurea specialistica) presso l’Accademia delle Belle Arti di Napoli. Attualmente frequenta un corso in Fotografia pubblicitaria presso l’ILAS (Istituto Superiore di Comunicazione Visiva). Le sue passioni sono l’arte, la musica, la fotografia, la grafica pubblicitaria, la poesia e la lettura.