Anche in provincia di Caserta straordinario successo per il Pd e per Gianni Pittella

imagesTerra di Lavoro

Risultato straordinario quello del Partito Democratico, che sotto la guida del presidente del Consiglio Matteo Renzi vola altissimo a livello nazionale superando il 40% dei consensi. Il Pd non è solamente il primo partito italiano con un distacco notevolissimo dagli altri, ma è anche la prima formazione nella compagine socialista europea.

Grande il risultato anche nella Circoscrizione Meridionale, dove il Pd è comunque la maggiore forza politica andando oltre il 35%. In questa circoscrizione il primo vicepresidente del Parlamento Europeo Gianni Pittella ottiene il primo posto e la cifra record di circa 234.000 preferenze.

Questo dato sensazionale trova le sue radici in un alto consenso diffuso, che anche nella provincia di Caserta, dove il Partito Democratico comunque si pone al vertice, vede l’europarlamentare uscente raccogliere 11.462 preferenze, di cui ben 1.200 nella sola città capoluogo, e collocarsi subito a ridosso dei due candidati casertani Pina Picierno e Nicola Caputo.

Inoltre, proprio l’elezione di Nicola Caputo permetterà a Lucia Esposito di subentrargli in consiglio regionale, riempendo di orgoglio la comunità casertana. Proprio con la Esposito si apre inoltre un progetto politico importante per Laboratorio Democratico, l’area politica del Partito Democratico che si riconosce in Gianni Pittella e che vuole rappresentare un reale contributo alla direzione politica del Pd, avendo dimostrato anche in Terra di Lavoro la sua capacità di attrazione e di interlocuzione con i cittadini tutti.

Il risultato ottenuto in provincia di Caserta da Gianni Pittella e da Laboratorio Democratico va attribuito all’impegno di un’intera squadra, a partire dal coordinatore provinciale Carlo Scatozza, coinvolgendo tanti militanti, come Enzo Battarra, Enrico Vellante, Rosa Castrillo, Alfonso Ventrone, Manfredo Fossa, Vito Marotta, Ubaldo Greco, Arturo Di Palo, Vincenzo Letizia, Carlo Comes, Enzo Impieri, Gaetano Moretti, Giovanni Maddaloni, Pierfrancesco Lugnano, Antonio Cipullo, Francesco Di Gaetano, Attilio Siani, Paolo Cristillo, Giovanni Sticco, Aniello Spiezio, Victor Gatto.

“Un forte ringraziamento – ha dichiarato Scatozza – va alle forze del sindacalismo riformista di terra di lavoro e al Psi, con il quale ci auguriamo di avere forte sinergia nel Pd del futuro. Nel mese di giugno terremo un’assemblea provinciale di Laboratorio Democratico con la presenza di Gianni Pittella”.

L’impegno sarà quello di essere un forza propulsiva e dialogante con l’intero centro-sinistra, un contenitore di idee e progetti su Europa, Mezzogiorno, diritti civili e welfare.

Al più presto la struttura casertana si darà una propria organizzazione, individuando compiti e competenze per far tesoro del risultato ottenuto e per poter puntare con fiducia ai prossimi appuntamenti elettorali.

 

L’Ufficio Stampa