Il V Tavolo di lavoro dell’Alto Artigianato Artistico

Venerdì 28 ottobre 2016, al Museo Duca di Martina di Napoli, è stata inaugurata la mostra “UGO MARANO, handmaker felice”, organizzata dal Polo museale della Campania e dall’Associazione I LOVE POMPEI, in collaborazione con l’Associazione Pandora Artiste Ceramiste e il MAC Città Studi Biella. La mostra ideata e curata da Claudio Gambardella, con il coordinamento tecnico scientifico di Luisa Ambrosio e Claudia Borrelli, presenta nei raffinati ambienti della Villa, alcune grandi installazioni che dialogano con i capolavori del museo. L’esposizione è dedicata a Ugo Marano, rilevante esponente dell’arte contemporanea, maestro della produzione artistica vascolare italiana e una delle figure di riferimento dell’handmade in Italy, scomparso cinque anni fa. Le sue opere sono nel MUM – Museo Ugo Marano di Ferrara e di Morigerati, una installazione è a Napoli nella Stazione Salvator Rosa della Metropolitana dell’Arte. Il suo incessante lavoro di circa mezzo secolo, sintesi eccellente di abilità e raffinatezza, è stato oggetto degli studi critici di importanti studiosi, Gillo Dorfles lo definì “artista del nuovo secolo, capace di riflessione simbolica e concettuale ma anche di sofisticata perizia artigianale, in un nuovo trionfo della manualità”. L’esposizione è il primo appuntamento della Rassegna ‘Trilogia della ceramica’ dedicata ad alcune figure significative dell’Arte Ceramica e del Design: Ugo Marano, Riccardo Dalisi e Ugo La Pietra. La rassegna, ideata con I LOVE POMPEI per il Museo Duca di Martina – che ospita una delle maggiori collezioni italiane di arti decorative con oltre seimila opere di manifattura occidentale ed orientale, databili dal XII al XIX secolo, il cui nucleo più cospicuo è costituito dalle ceramiche – testimonia l’attenzione per la rilevante evoluzione del rapporto Design/Artigianato, favorita dalle ricerche universitarie e dagli scritti di molti studiosi come il famoso sociologo statunitense Richard Sennett, con il suo The craftsman [2008], o come Stefano Micelli, professore presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e autore del saggio Futuro Artigiano. L’innovazione nelle mani degli italiani [2011], premiato con il Compasso d’Oro ADI 2014. La mostra viene presentata in occasione del V Tavolo di lavoro sull’Alto Artigianato Artistico per la formazione – promosso da MAC Città Studi Biella, presieduto da Patrizia Maggia, dalle associazioni Pandora artiste ceramiste, presieduta da Anna Rita Fasano e I LOVE POMPEI, presieduta da Claudio Gambardella, con il Polo Museale della Campania, diretto da Anna Imponente – che si è tenuta al Museo Duca di Martina. Si discute sul nuovo tema dell’Handmade in Italy e, con gli interventi di docenti universitari, intellettuali ed esperti, come il filosofo napoletano Aldo Masullo, è stato affrontato il rapporto tra Cultura del Progetto e Cultura del Saper Fare. Il Tavolo di lavoro – istituito da MAC Mestieri d’Arte Contemporanei, specifica divisione dell’Università Città Studi Biella, per meglio conoscere le realtà dei singoli territori del nostro Paese – fa seguito agli altri quattro precedenti appuntamenti di Biella, Firenze, Milano e Grottaglie. Il Tavolo riunisce gli enti firmatari della Carta Internazionale dell’Artigianato e quelle istituzioni pubbliche, associazioni, fondazioni che sono impegnate in Italia nell’attività di formazione, valorizzazione, promozione e sostegno dei mestieri d’arte, per poter garantire l’auspicabile coinvolgimento delle nuove generazioni. Stamane l’inaugurazione nella Casa Comunale di Pompei, alla presenza del Commissario Prefettizio Dottor Donato Cafagna, della mostra “Ceramic Design_handmakers for Pompei”. L’esposizione, curata da Peppe Scagliarini e Cristina Vercellone con il coordinamento scientifico di Claudio Gambardella, è dedicata ad altri quattro significativi esponenti della ceramica campana, Giuseppe Cicalese, Lucio Liguori, Pierfrancesco Solimene e Salvatore Scalese (Sasaska). Anche questa mostra chiuderà Domenica 27 Novembre. La manifestazione ha avuto il Patrocinio della Regione Campania, del Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale “Luigi Vanvitelli” della Seconda Università degli Studi di Napoli, del Triennale Museum Design, del Comune di Pompei, della Confapi Campania e della V Municipalità del Comune di Napoli.

di Rossella Bicco

About Redazione Informare

Magazine mensile, gratuito, di promozione culturale edito da Officina Volturno, associazione di legalità operante in campo ambientale, sociale e culturale.