Al Liceo Manzoni di Caserta Maria Falcone, Raffaello Magi e Luca Abete

di Antonio De Falco

Il liceo Manzoni di Caserta, da anni scuola polo della legalità sul territorio casertano, si attesta ancora una volta quale scuola promotrice di un importante evento per la città di Caserta. Lunedì mattina, infatti, alle 10:30 si svolgerà l’evento conclusivo del progetto “Caserta – Palermo: viaggio di andate e ritorno, sul sentiero della legalità”. Un evento che vedrà la partecipazione di illustrissimi ospiti che testimonieranno l’importanza di un impegno concreto nella lotta alla criminalità organizzata. Il progetto rientra nel più ampio “Piano nazionale per la cittadinanza attiva e l’educazione alla legalità” che il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, ha inteso promuovere con la collaborazione della Fondazione Falcone.
Dopo un anno di approfondimento del tema della legalità e della cittadinaza attiva e consapevole, con numerose attività sul territorio che hanno contribuito alla crescita dei giovani liceali protagonisti indiscussi della formazione, lunedì terminerà il progett con una manifestazione nell’aula magna del liceo Manzoni diretto dalla Preside Adele Vairo.
Ad aprire i lavori il Dirigente Scolastico Adele Vairo ed il Sindaco di Caserta Carlo Marino.

Interverranno all’incontro:

la professoressa Maria Falcone, sorella del giudice Giovanni ed attuale Presidente della Fondazione Giovanni e Francesca Falcone, fondazione nata con lo scopo di promuovere nel mondo la cultura della legalità e dell’antimafia e che da anni organizza numerose attività sul territorio nazionale e non solo;
il magistrato Raffaello Magi, noto all’opinione pubblica per essere stato il giudice estensore della sentenza di primo grado del processo “Spartacus” che con ben 95 condanne di cui 21 ergastoli inflisse un duro colpo alla criminalità organizzata di Terra di Lavoro;
Giovanni Allucci, Presidente del Consorzio “Agrorinasce”, presidio di legalità in Terra di Lavoro e società impegnata nella gestione dei beni confiscati alla camorra;
Luca Abete, inviato di “Striscia la Notizia”, testimone di legalità e personalità di spico del giornalismo di denuncia.
All’incontro sono stati invitati a partecipare anche il Prefetto di Caserta dott. Arturo De Felice ed il Questore dott. Antonio Borrelli.