Al ‘Duel Village’ è tempo di grandi eventi…

Cerasuolo: pronti a dar vita ad un polo culturale e interattivo

Si parte sabato 18 giugno con i casting di Paolo Caiazzo e Angelo Antonucci –

‘Il Duel Village si candida a diventare un polo culturale e interattivo per la città di Caserta’. Parola di Patrizia Cerasuolo, general manager del multiplex, che questa mattina in conferenza stampa ha annunciato i progetti, gli eventi e le iniziative promozionali che caratterizzeranno la nuova stagione del Duel. In sala anche il sindaco di Caserta, Pio Del Gaudio, che ha garantito disponibilità e collaborazione affinché ‘si possa finalmente rivitalizzare il settore della cultura e degli spettacoli in città’. ‘Caserta – ha dichiarato infatti il primo cittadino – dispone di numerosi spazi all’aperto che potrebbero essere destinati al cinema e al teatro. Sono certo che grazie alla sinergia con il mondo imprenditoriale, del quale anche il Duel fa parte, potremo realizzare qualcosa di interessante per i cittadini’. Parole di incoraggiamento sono giunte anche dal presidente della Provincia, Domenico Zinzi, che con una nota inviata al Duel ha fatto sapere di sposare in pieno il progetto messo in campo dallo staff manageriale: ‘Da undici anni il Duel Village – si legge nel messaggio – costituisce una realtà di riferimento per la città di Caserta e la sua provincia. Siamo particolarmente lieti di poter fruire di una struttura così importante sotto il profilo cinematografico, teatrale e, in generale, culturale e ci auguriamo che la prossima stagione sia targata da nuovi successi’. Si parte sabato 18 giugno alle ore 10 con i casting del nuovo film di Angelo Antonucci e Paolo Caiazzo ‘Quasi quasi… mi sposo’. Il regista e l’attore, in cerca di talenti, selezioneranno candidati di età compresa tra i 18 e i 70 anni. Mercoledì 22 giugno alle ore 20 il Duel Village ospiterà invece una serata di beneficenza per la ‘Tenda di Abramo’. Attori, cabarettisti e musicisti si alterneranno sul palco di via Borsellino per raccogliere fondi destinati ai senzatetto. Seguirà la proiezione del film ‘I guardiani del destino’ con Matt Damon e Emily Blunt. Stanno per essere distribuite intanto anche le ‘Summer card’ particolari tessere che consentiranno agli spettatori di assistere alla proiezione di numerosi film a prezzo ridotto. Vedrà la luce in autunno invece il progetto ‘Scuole a teatro’. In collaborazione con l’associazione teatrale ‘Tavole da palcoscenico’ il Duel ospiterà un ciclo di spettacoli a sfondo didattico-formativo, realizzati ad hoc per un pubblico di giovani e giovanissimi, e darà vita ad una serie di laboratori e workshop pensati appositamente per il mondo della scuola.

 

La grande novità dell’anno è però rappresentata dalla stagione teatrale  che sarà coordinata da Silvestro Marino, socio di maggioranza del multiplex. Il Duel Village, dopo circa otto anni, torna infatti a occuparsi di teatro in tutte le sue forme per dar vita ad un cartellone sperimentale (che sarà reso noto subito dopo la pausa estiva) che si avvarrà della collaborazione delle realtà teatrali esistenti sul territorio. Fiore all’occhiello della nuova stagione anche l’iniziativa ‘Cineparliamo’, un momento di dibattito e riflessione con esperti del settore che accompagnerà la visione di alcuni film selezionati dal Duel anche grazie ai suggerimenti e alle proposte che arriveranno dal pubblico attraverso il sito internet www.duelvillage.net. Partner della stagione sarà ‘La locanda del nero’, noto agriturismo casertano, famoso per i prodotti tipici locali elaborati con fantasia ed innovazione dagli chef del ristorante.

 

 

Per informazioni e contatti

081/5523476

339/3167253

uff.stampaduel@libero.it

 

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.