Agenda teatrale dal 13 al 19 aprile 2015 in Campania, programmata dal Teatro Pubblico Campano

 

downloadTeatro Magic Vision di Casalnuovo

Info 0818030270, 3292180679

Martedì 14 aprile ore 20.45

 

Teatro Roma di Portici

info 081472662

Mercoledì 15 aprile ore 21.00

 

Teatro Massimo di Benevento

info 082442711

Giovedì 16 aprile ore 20.45

 

Teatro Comunale Costantino Parravano di Caserta

info 0823444051

Da venerdì 17 a domenica 19 aprile

(feriali ore 20.45 – festivi ore 18.00)

 

 

Gli Ipocriti

presenta

 

Signori in carrozza!

di Andrej Longo

 

con

Giovanni Esposito, Ernesto Lama, Paolo Sassanelli

Margherita Vicario, Marit Nissen, Ivano Schiavi, Sergio Del Prete

 

piano Salvatore Cardone

violino Ruben Chaviano

chitarra Luca Giacomelli

percussioni Emanuele Pellegrini

chitarra e banjo Luca Pirozzi

contrabbasso Raffaele Toninelli

 

elaborazioni musicali Musica da Ripostiglio – Salvatore Cardone

 

scene Luigi Ferrigno

costumi Moris Verdiani

coreografie Carlotta Bruni

 

 

regia Paolo Sassanelli

 

 

È un’occasione straordinaria! Siamo nel dopoguerra, tra la fine degli anni ’40 e gli inizi degli anni ’50; un gruppo di attori meridionali viene a conoscenza che stanno decidendo di ripristinare la linea ferroviaria denominata La Valigia delle Indie (India Mail) attiva tra il 1870 e il 1914 che partiva dalla Gran Bretagna e giungeva fino a Bombay (via Egitto); questo treno, postale-merci-passeggeri attraversava tutta l’Italia e dopo 42 h e 30’ giungeva a Brindisi per imbarcarsi sul Piroscafo Postale Inglese, diretto a Porto Said e dopo un viaggio di 17 gg. giungere a Bombay.

La notizia giunta al gruppo di artisti è che sia sul treno che sul piroscafo, i passeggeri sarebbero stati allietati con un piccolo spettacolo musicale di varietà. Decidono quindi di recarsi a Brindisi, dove sapevano di un teatro abbandonato per la guerra e dove sicuramente avrebbero trovato ospitalità; giunti sul posto tentano di sistemarsi in modo da poter provare anche il piccolo spettacolino che avrebbero sottoposto alla Compagnia Ferroviaria.

Ecco, all’improvviso, la grande sorpresa: con lo stesso fine una piccola compagnia francese composta da quattro musicisti e da una famosa cantante-attrice, avendo appreso la stessa notizia, aveva occupato il teatro per preparare il proprio spettacolo.

Ciascun gruppo sfoggia il suo repertorio riproponendo pezzi famosi di artisti di varietà, macchiette, canzoni, ecc… con l’intento di affermare la superiorità degli uni sugli altri e per scoprire alla fine che tra Francia e Italia, tra Parigi e Napoli, le differenze erano talmente poche che, tutti insieme, potevano mettere in scena e proporre un unico spettacolo.

Trattasi di una commedia nuova, appositamente commissionata dalla Compagnia Gli Ipocriti allo scrittore Andrej Longo. Parte importante di questo spettacolo sarà la musica dal vivo eseguita dal gruppo Musica da Ripostiglio reduce dai grandi successi con lo spettacolo dell’anno Servo per Due.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Teatro Carlo Gesualdo di Avellino

info 0825771620

Martedì 14 aprile ore 21.00

 

Fabbrica

Presenta

 

Ascanio Celestini

in

 

Discorsi alla nazione

uno spettacolo presidenziale

 

scritto e diretto da Ascanio Celestini

 

 

CITTADINI! Lasciate che vi chiami cittadini anche se tutti sappiamo che siate sudditi, ma io vi chiamerò cittadini per risparmiarvi un’inutile umiliazione.

Il tiranno è chiuso nel palazzo. Non ha nessun bisogno di parlare alla massa. I suoi affari sono lontani dai sudditi, la sua vita è un’altra e non ha quasi nulla in comune con il popolo che si accontenta di vedere la sua faccia stampata sulle monete.

Eppure il tiranno si deve mostrare ogni tanto. Deve farsi acclamare soprattutto nei momenti di crisi quando rischia di essere spodestato. Così si affaccia, si sporge dal balcone del palazzo e rischia di diventare un bersaglio.

Ho immaginato alcuni aspiranti tiranni che provano ad affascinare il popolo per strappargli il consenso e la legittimazione. Appaiono al balcone e parlano senza nascondere nulla.

Parlano come parlerebbero i nostri tiranni democratici se non  avessero bisogno di nascondere il dispotismo sotto il costume di scena dello stato

democratico.

 

 

 

Teatro La Provvidenza di Vallo Della Lucania

info 0974717089

Giovedì 16 aprile ore 21.00

 

Compagnia Enfi Teatro presenta

 

Peppe Barra in

 

Ci vediamo poco fa

di Peppe Barra

 

con la partecipazione di Patrizio Trampetti

 

 

La forza della parola negli accenti sospesi del dialetto diventano materia viva e palpitante in “Ci vediamo poco fa”, il  concerto/recital di successo portato per i teatri italiani negli ultimi due anni. Dal Cafè Concerto al Varietà, dalle canzoni classiche a quelle di oggi, con tutto il repertorio comico e grottesco dei monologhi e delle parodie fino all’esplosione della febbre primitiva e dionisiaca di un finale dove la voce e il pianoforte fanno irrompere l’immagine prepotente ed orgiastica di una napoletanità sconosciuta e sofferta.

“Ci vediamo poco fa…” è lo spettacolo che racchiude il nocciolo delle qualità di attore e cantante di Peppe Barra. E’ qui che le sue doti di animale di palcoscenico e maestro della comunicazione raggiungono la più completa ed ineguagliabile forza di attrazione.

Tutta la dirompente esplosività della tradizione napoletana è stata da Peppe trasformata in una forma che è solo sua e di nessun altro. Un mondo artistico fatto di follia, poesia, malinconia, ironia graffiante, estro e divertimento, popolato dalle canzoni degli autori che più ha amato. Da Giorgio Gaber a Bruno Lauzi, da Raffaele Viviani a Bertold Brecht e Kurt Weill.

Un repertorio di canzoni che si intreccia con quello comico e grottesco dei monologhi e delle parodie fino all’esplosione della febbre primitiva e dionisiaca di un finale dove la sua voce irrompe prepotente dai meandri di una napoletanità ancestrale e sofferta.

Peppe Barra segue il suo affascinante percorso in grado di accordare sulla medesima tastiera vocale, ritmo e giocosità. E come sempre contamina felicemente suoni e stili con l’energia travolgente che lo caratterizza affidandosi alla raffinata scrittura musicale e poetica di vari autori e alla sapienza dei musicisti che lo accompagnano.

“Ci vediamo poco fa” incita ad alimentare il sogno, tenendo sempre viva la fiamma della speranza per recuperare e restituire alle nuove generazioni la Napoli dai mille colori tanto amata e conosciuta dal mondo intero.

Ne restituisce i suoni che la caratterizzano e che Peppe Barra felicemente “contamina” con l’energia travolgente che lo caratterizza affidandosi alla raffinata scrittura musicale e poetica di autori come Roberto De Simone, Franco Del Prete, Patrizio Trampetti, accompagnato da musicisti straordinari come quelli che compongono la sua compagnia. –

 

 

 

 

 

Teatro Gelsomino di Afragola

info 08185222901

Domenica 19 aprile ore 20.45

 

Compagnia Saltimbanchi

presenta

 

Eccentric

regia Giulio Carfora