“A Totore”

Domani pomeriggio nel Museo diocesano lo spettacolo voluto da monsignor Schettino


Uno spettacolo di balli popolari chiuderà la mostra di Salvatore Nardelli

 

CAPUA – Saranno la musica e le danze popolari de “’A luna nova”, quelle tanto amate da Salvatore Nardelli, a chiudere la sua ultima “Sinfonia di colori”, inaugurata lo scorso 19 maggio nel museo diocesano di Arte moderna di Capua. L’idea, lanciata dal presidente dell’associazione giovani “Teens’Park Grazzanise Onlus” (di cui l’artista in questione è stato membro, fino alla scomparsa, avvenuta lo scorso anno), Salvatore Nardelli, è stata infatti accolta con piacere anche dal vescovo di Capua, monsignor Bruno Schettino, che guarda con simpatia e ammirazione alle attività che questi giovani stanno attuando sul territorio, all’insegna della cultura e dell’arte. A partire dalle 17, quindi, il museo, che in questi giorni è stato acceso dai colori di Nardelli, si colorerà anche delle note e della passione che questi giovani mettono nel suonare e nel ballare, in un processo di ricerca delle tradizioni popolari del Mezzogiorno, che sta portando grande successo ai giovani del gruppo. Lo spettacolo sarà accessibile in maniera totalmente gratuita.

About Fabio Corsaro

Ho 22 anni e da quasi 3 primavere sono giornalista pubblicista. Dirigo la splendida redazione di Informare, di cui faccio parte dai miei teneri 16 anni. Sono laureato presso l’Università di Salerno in Scienze della Comunicazione e, in virtù della specialistica, mi appresto a fare esperienze internazionali (non ricordatelo a mia mamma). Per il resto avanti con un detto che non muore mai... Per aspera ad astra!