A SUD DI LAMPEDUSA

English version below)

Perché in Italia è sempre tutto un’emergenza?

E perché lo è ancora di più quando il tema è l’immigrazione?

E’ difficile in mezzo all’emergenza avere spazio e tempo per la

conoscenza.

Per questo sono contento che proprio in questi giorni esca finalmente

il dvd de IL SANGUE VERDE, il mio film sull’ “emergenza Rosarno”, con

allegato , il breve doc girato nel 2006 in mezzo al

deserto del Teneré quando, seguendo i migranti in viaggio verso la

Libia, iniziammo a conoscere le conseguenze degli accordi Italia Libia

sulla vita di migliaia di esseri umani.

Lo presenteremo domani 14 aprile alla Libreria del Cinema a Roma (via dei Fienaroli 31 d) alle 18.30 insieme a Cecilia D’Elia, Assessore ai Beni Culturali della Provincia di Roma che ha sostenuto la stampa del dvd.

A partire da domani potrete acquistarlo qui: http://ilsangueverde.blogspot.com

(Entrambi i film sono sottotitolati in inglese, francese e spagnolo)

Buona visione

Andrea

——————————————————————————-

Se non vuoi più ricevere le mie e-mail scrivimi. Grazie

Why in Italy is all an emergency?

Why is it always emergency when we talk about immigration?

Emergency doesn’t give us time and space for knowledge.

For this reason I’m glad that right in these days the dvd of The green blood, my documentary about “Rosarno emergency” is finally available. The dvd is edited together with, as special content, A Sud di Lampedusa, the short documentary shot in 2006 in Teneré Desert when, following the immigrants traveling to Libya, we began to know the consequences of the agreement Libya-Italy about immigration from Africa to Italy.

We will present the dvd tomorrow, 14th of April, at the Libreria del Cinema in Rome (via dei Fienaroli 31 d) at 6.30 pm together with the Provincial Administration of Rome, who supported the print of dvd. From tomorrow you can buy it on the film website:

http://ilsanguenverde.blogspot.com

(the documentary are subtitles in English, French and Spanish)

Andrea

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.