Il 9 maggio il dipartimento “Jean Monnet” celebra la festa dell’Europa

 

Caserta- Qual è il senso di una Festa dell’Europa, in un’epoca storica caratterizzata dall’emergere di un forte sentimento anti-europeista e di vari movimenti populisti in diversi paesi europei?

Che senso ha festeggiare la data in cui prese avvio, con la Dichiarazione Schuman del 9 maggio 1950, il processo di integrazione, quando l’Unione Europea corre il serio rischio di una disintegrazione, come mostra la recente scelta dei cittadini britannici di abbandonare il progetto comunitario?
Eppure sono proprio queste difficoltà a sottolineare la necessità di rafforzare il senso del progetto comunitario, evidenziando quegli aspetti positivi dell’integrazione che negli ultimi anni, complice la crisi economica, sono stati dimenticati o messi in secondo piano. Festeggiare l’Europa, quindi, non solo per celebrarla, ma anche per riflettere sulle difficoltà e gli ostacoli che il processo di integrazione sta affrontando. È questo, in sintesi, il senso della Festa dell’Europa organizzata dal Dipartimento di Scienze Politiche “Jean Monnet” e dall’Assessorato alla politiche comunitarie del Comune di Caserta, in collaborazione con il Centro Europe Direct ASI Caserta, l’ISISS G. Ferraris e vari istituti scolastici della Città.
La manifestazione, che si terrà il 9 Maggio, sarà particolarmente ricca di eventi e aperta alla partecipazione di tutta la cittadinanza. Si comincerà alle 9:00 presso la Casa Comunale di Caserta con l’introduzione dell’avvocato Vincenzo Girfatti, assessore alle politiche comunitarie, e la lettura – in versione originale ed in italiano – della Dichiarazione Schuman del 9 Maggio 1950 ad opera di studenti ed ex studenti del Dipartimento di Scienze Politiche. In contemporanea, a partire dalle ore 10:00, presso alcuni istituti scolastici casertani verranno svolte delle lezioni sul tema dell’Europa da parte di docenti della ‘Jean Monnet’ con testimonianze significative degli studenti.
Dalle 10:30 alle 12:30, presso il Dipartimento situato in Viale Ellittico, ci sarà un incontro con gli studenti ASOC, aperto dal Direttore Gian Maria Piccinelli e dall’Assessore Girfatti, caratterizzato da interventi e testimonianze dei partecipanti.
A partire dalle 15:00 si terrà il meeting ‘’Erasmus +’’ con i giovani della scuole superiori di Terra di Lavoro che hanno partecipato all’Erasmus + 2015-2016 sperimentando questo importante Programma dell’Unione Europea per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport. A seguire è previsto l’intervento della professoressa Wiktoria Voitsekhovska, dell’Università di Leopoli (Ucraina), che terrà una conferenza sulla Brexit, evidenziando in particolare il punto di vista dei non europei. Seguirà una discussione sull’integrazione europea con testimonianze e videointerviste a cura dei giovani Erasmus Plus.
Quindi sarà dato spazio alla musica. Alle ore 17:00 avrà inizio l’incontro musicale e culturale ‘Party Europe & bye bye UK’ animato da Miss Lady V, che condurrà studenti, appassionati e cittadini tra brani musicali e contributi per celebrare l’Unione Europea a 60 anni dal trattato di Roma.
La giornata si concluderà con un Buffet Europeo, preparato dagli studenti dell’ISISS G. Ferraris, con piatti ispirati alla cucina di alcuni paesi europei.

About Francesco Cacciapuoti

Nato a Giugliano il 10 gennaio 1995, fin da piccolo ho sempre sentito un forte senso di appartenenza alla mia città e alla mia terra madre. Dopo aver fatto una breve esperienza all’estero, dove ho seguito un corso accelerato di lingua e cultura inglese all’University of Bath nel 2012, sono ritornato con una mentalità civica del tutto differente da quando ero partito. Ho coltivato la mia passione politica nel 2013, iscrivendomi ai Giovani Democratici di Giugliano e dal settembre del 2014 ho fatto parte del direttivo provinciale di Napoli del partito. Inoltre coltivo la mia passione per giornalismo e ho collaborato con TeleClubItalia dal luglio 2013 fino al 2015. Dopo aver reso le mie dimissioni dai GD ho deciso di fondare il Movimento Polis con alcuni miei compagni e intraprendere la strada del sindacato universitario con Unione degli Universitari, ove per ora sono Coordinatore Caserta. Il mio sogno? Dare materia alle speranze degli altri.