85 anni

Mark Ruffalo con Avaaz

Cari Avaaziani,

Domenica Angela Merkel potrebbe accettare un rinvio disastroso per il clima e l’intero pianeta: aspettare altri 85 anni prima di chiudere l’era del petrolio e dei combustibili fossili. Serve una grande mobilitazione mondiale per convincerla che una conversione all’energia pulita al 100% è necessaria entro la prossima generazione, non il prossimo secolo. Firma ora:

FIRMA ORA

Cari avaaziani,

Siamo arrivati al punto che due scienziati in missione nell’Artico per misurare il cambiamento climatico sono annegati perché il ghiaccio stesso che stavano studiando era troppo sottile e ha ceduto. E mentre i ghiacci dell’Artico si sciolgono, le emergenze climatiche si moltiplicano in tutto il mondo e perfino in Italia sono in atto processi di desertificazione mai visti prima. Non possiamo rimandare ancora, abbiamo bisogno di un piano urgente per fermare il cambiamento climatico.

Eppure tra pochi giorni al G7 in Germania Angela Merkel potrebbe accettare un altro compromesso disastroso per il clima: rimandare fino al 2100 lo stop ai combustibili fossili. Che vorrebbe dire accettare che abbiamo un terzo di probabilità di subire la catastrofe climatica, e i leader del G7 lo sanno benissimo.

Gli addetti ai lavori continuano a dire che la voce che manca nel dibattito è la nostra, l’opinione pubblica. È per questo che serve subito una mobilitazione globale con il sostegno record di 3 milioni di cittadini, che possa far capire ai leader del G7 che dobbiamo passare al 100% di energie pulite entro la prossima generazione, non il prossimo secolo. Firma e condividi con tutti:

https://secure.avaaz.org/it/g7_climate_loc/?bjPFPgb&v=59777

Angela Merkel sa che cosa stiamo rischiando: ha una formazione scientifica e ha contribuito a raggiungere il primo accordo globale sul clima. Con lei, la Germania ha ottenuto risultati record per l’energia pulita, nonostante la resistenza dell’industria del carbone. Ma per paura di un fallimento politico non sta facendo tutto il possibile per convincere i leader di tutto il mondo ad agire.

Ora che è l’organizzatrice del G7 ha la possibilità di stabilire obiettivi ambiziosi per la Conferenza di Parigi di dicembre, l’ultimo momento utile per un nuovo accordo globale sul clima. Ma al contrario sembra voglia cedere alle pressioni di Paesi come Canada e Giappone. Per convincerla a rinunciare ad altri compromessi al ribasso e ad essere ambiziosa, deve sentire che ci sono milioni di cittadini fuori dalla sua porta che le chiedono di mostrarsi all’altezza di questa sfida.

È per questo che chiedo a tutti voi di firmare e condividere la petizione per il 100% di energia pulita. Avaaz la farà arrivare ovunque, sui principali quotidiani tedeschi, con chiamate di massa alle ambasciate e manifestazioni ad ogni singolo appuntamento di Angela Merkel questa settimana.

https://secure.avaaz.org/it/g7_climate_loc/?bjPFPgb&v=59777

Stiamo assistendo a un boom nelle energie pulite. Nel 2013, per la prima volta sono stati maggiori gli investimenti per le energie rinnovabili che per petrolio, gas e carbone messi insieme. Ma se i leader mondiali continueranno a cedere a compromessi al ribasso, la speranza di un futuro pulito durerà poco. Solo un movimento globale come il nostro può convincere il mondo a invertire la rotta, e fare in modo che la Merkel e i paesi del G7 siano dalla nostra parte.

Con speranza,

Mark Ruffalo* con il team di Avaaz
(*attore, attivista e supereroe)

ULTERIORI INFORMAZIONI

Merkel: clima e Ebola le priorità del G7 (ANSA)
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2015/05/30/merkel-clima-e-ebola-le-priorita-del-g7_53ef4b64-415d-4369-a7bc-a6ef9e81dfb9.html

Clima, Merkel: “Ridurre le emissioni di gas serra del 60 per cento” (La Repubblica)
http://video.repubblica.it/mondo/clima-merkel-ridurre-le-emissioni-di-gas-serra-del-60-per-cento/201410/200468

Clima, Greenpeace suona la sveglia anche in Italia: “Stop petrolio e carbone” (Adnkronos)
http://www.adnkronos.com/sostenibilita/risorse/2015/05/30/clima-greenpeace-suona-sveglia-anche-italia-stop-petrolio-carbone_FUgzADCkRbRxepqlL0vCCK.html

Record rinnovabili in Germania: per la prima volta sono la principale fonte di elettricità (La Repubblica)
http://www.repubblica.it/economia/2015/01/07/news/record_rinnovabili_in_germania_per_la_prima_volta_sono_la_principale_fonte_di_elettricit-104459775/

Cambiamenti climatici in Italia: cosa sappiamo veramente? (Scienza in rete)
http://www.scienzainrete.it/contenuto/articolo/Cambiamenti-climatici-Italia-cosa-sappiamo-veramente



Avaaz.org è un movimento globale con oltre 41 milioni di membri,
che promuove campagne far valere la voce dei cittadini nelle stanze della politica di tutto il mondo (Avaaz significa “voce” in molte lingue). I membri di Avaaz vivono in ogni nazione del mondo; il nostro team è sparso in 18 paesi distribuiti in 6 continenti e opera in 17 lingue. Clicca qui per conoscere le nostre campagne più importanti, oppure seguici su Facebook o Twitter.

Sei entrato/a a far parte del movimento di Avaaz e hai iniziato a ricevere queste email firmando “Sito delle Petizioni della Comunità” il 2014-01-30 usando l’indirizzo email PERFECTINTERNET12@GMAIL.COM.
Per essere sicuro/a che i messaggi di Avaaz raggiungano la tua casella di posta, ti preghiamo di aggiungere avaaz@avaaz.org alla tua lista di contatti. Per cambiare il tuo indirizzo e-mail, ricevere le e-mail in un’altra lingua o altre informazioni contattaci utilizzando questo modulo. Per non ricevere più le nostre e-mail, invia un’e-mail a unsubscribe@avaaz.org oppure clicca qui.

Per contattare Avaaz non rispondere a questa e-mail, ma scrivici utilizzando il nostro modulo www.avaaz.org/it/contact, oppure telefonaci al 1-888-922-8229 (USA).