“Un’estate da Re”: la Reggia di Caserta dà il via alla II edizione della rassegna musicale

La Reggia di Caserta, soprattutto a partire dalla direzione Felicori, sta diventando sempre di più la cornice che accoglie una serie incredibile di eventi culturali, la cui originalità e bellezza rispecchiano quelle dello stesso complesso vanvitelliano.

Domani, sabato 10 giugno e domenica 11 giugno, alle ore 18.00, s’inaugurano i primi appuntamenti all’insegna della grande musica. Prenderà il via, infatti, la seconda edizione di Un’estate da Re. La grande musica alla Reggia di Caserta, rassegna internazionale organizzata dalla Regione Campania in collaborazione con la Direzione della Reggia e a cura della Scabec con il Teatro San Carlo di Napoli e con il Teatro Verdi di Salerno. L’evento è finanziato con fondi POC 14-20 Campania nell’ambito del progetto Sistema Integrato di Valorizzazione dei Beni e Siti UNESCO della Campania e predisposizione dei dossier di candidatura per l’iscrizione dei Campi Flegrei e del Real Sito di Carditello alla World Heritage List (WHL). Modifiche ed integrazioni alla DGR n. 431/2016.
Tutti i biglietti di Un’Estate da Re sono acquistabili attraverso la biglietteria del Teatro San Carlo, al botteghino, al telefono e online, sul sito: www.teatrosancarlo.it.

Gli appuntamenti previsti per questo fine settimana riguardano quelli del Festival dell’Opera buffa Napoli e l’Europa, che il Teatro San Carlo ha organizzato nell’Aperia, la meravigliosa costruzione ad emiciclo sita all’interno del Giardino Inglese del Parco e che, grazie a questo progetto, è stata restaurata e trasformata in una suggestiva arena da mille posti.

In programma, sabato 10 e domenica 11 giugno, sempre alle ore 18.00, La Serva Padrona di Giovanni Battista Pergolesi, intermezzo in due parti, libretto di Gennarantonio Federico dalla commedia omonima di Jacopo Agnello Nella (Napoli, Teatro San Bartolomeo, 1733).

Direttore: Maurizio Agostini;

Regia: Mariano Bauduin

Scene: Nicola Rubertelli

Costumi: Marianna Carbone.

In scena ci saranno Filippo Morace (Uberto) e Rossella Locatelli (Serpina).
Altri due sono gli appuntamenti dedicati all’opera buffa nell’Aperia fino al 2 luglio: Il segreto di Susanna e Il Maestro di Cappella.

di Teresa Lanna

(amoreperlarte82@gmail.com)

About Teresa Lanna

Laureata in "Lingue e Letterature Straniere" nel 2004, nel 2010 ha conseguito la Laurea Magistrale in "Arte Teatro e Cinema" presso l'Università degli Studi di Napoli "L'Orientale". Tra le sue più grandi passioni, l'Arte, la Fotografia, il Cinema, la Letteratura, la Musica e la Poesia. Grande sostenitrice dell'Art.3 della Costituzione Italiana, è da sempre allergica ad ogni tipo di ingiustizia sociale. In vetta alla classifica delle città che ama di più ci sono Napoli e Firenze.