Una Sala Auditorium a Villa Literno

Nel tardo pomeriggio di ieri, presso il Circolo Didattico “Don Lorenzo Milani” di Villa Literno, è stata inaugurata la Sala Auditorium, grazie alla donazione del palco da parte della Società Autotrasporti Fontana sas di Villa Literno e di tanti altri commercianti della cittadina liternese che hanno contribuito alle spese di arredo.

I giovani studenti potranno così usufruire di questa Sala per attività teatrali e non, il tutto con il fine di poter dar loro un futuro migliore.

Presenti alla cerimonia, il Parroco di Villa Literno Don Peppino Cartesio, il quale ha benedetto l’Auditorium alla presenza del Direttore del Circolo Didattico Dott. Pasquale Di Pasqua, della Sig.ra Catia Tullio coniugata Fontana, in rappresentanza della Famiglia Fontana, omaggiata con un fascio di fiori e una targa ricordo, del Sindaco Nicola Tamburrino, del Comandante della locale Stazione Carabinieri, dell’Assessore Nicole Esposito, del corpo docente, del personale ATA e di tutti i genitori intervenuti alla serata.

Dopo la benedizione è andato in scena un atto di venti minuti del Musical che gli studenti di Villa Literno hanno rappresentato quest’anno a Chiusi in occasione della “Rassegna ragazzi in gamba 2017 ”.

Questo festival racchiude in se teatro, musica, canto, danza, folklore, poesia, pittura, scultura, cinema, arte varia, ed è rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio nazionale. Lo scopo è la promozione dell’educazione all’arte, all’espressività, alla creatività e la valorizzazione dell’originalità della persona. Perseguendo queste finalità la Rassegna percorre l’itinerario didattico bello – vero – buono ed ha così raggiunto altri obiettivi come la proposta di un pensiero forte, la scoperta di quel bene nascosto e quotidiano che porta avanti la storia e da cui scaturisce la speranza. Inoltre ha favorito lo scambio di esperienze artistiche ed educative, la formazione di comunità educanti, la nascita di altre iniziative analoghe. In sintesi ha favorito un’autentica promozione umana.

La serata è continuata con una piccola rappresentazione degli altri studenti delle classi quinte elementari che quest’anno hanno terminato il loro primo percorso formativo e da settembre accederanno alla Scuola Media Inferiore, per approfondire le materie trattate in questi cinque anni di formazione.

 

 

di Antonino Calopresti