Concerto di Maria Massa nella Cappella Palatina della Reggia di Caserta

Uno spettacolo nello spettacolo. Cosi’ si preannuncia ” Principium Concert” , il concerto di musica celtica che la cantante e compositrice casertana Maria Massa con il suo ensemble terra’ lunedi’ 2 gennaio a partire dalle ore 17.00 nella Cappella Palatina della Reggia di Caserta.

L’evento rientra nella programmazione del progetto “Natale alla Reggia ” all’interno del quale sono state inserite mostre d’arte,visite guidate , aperture straordinarie della Reggia di Caserta. Il costo del biglietto e’ di 3 euro.

Il concerto e’ stato organizzato da Melina Cortese Cimitile rappresentante Telethon in provincia di Caserta.

” Il mio ringraziamento – spiega Melina Cortese Cimitile – va a Dottore Vincenzo Mazzarella che ha inserito l’evento nella programmazione Natale alla Reggia lasciando a noi la scelta fra la Sala Alessandro e la Cappella Palatina per l’esibizione di Maria Massa”.

Alla fine Maria Massa ha scelta la Cappella Palatina come location del concerto.

La Cappella Palatina di Caserta , inaugurata nel 1784 alla presenza di Ferdinando IV , per volere del Re, fu progettata e realizzata ispirandosi a quella di Versailles, anche se Vanvitelli, con il suo genio creo ‘ qualcosa di totalmente diverso, sintetizzando in essa tutta la tradizione rinascimentale, manieristica e barocca nell’eleganza del suo neoclassicismo.

” “Principium” è un viaggio attraverso la vita – spiega Maria Massa – passando per tutte le emozioni che essa ci riserva in tutte le sue fasi e in tutti i suoi attimi.

E’ il principio, l’origine, il punto di partenza della vita di ciascuno di noi.

Nella vita tutto è dono: ogni incontro, ogni sorriso, ogni avvenimento, lieto o triste.

La vita è un regalo, è unica, è tanto”.

Il concerto di Maria Massa e’ un’esperienza di grandissimo spessore culturale, un viaggio nella mitica terra delle meraviglie degli antichi Celti, in cui musica, movimento ed immagini tarsportano all’interno del viaggio culturale che la musica compie.

Una fresca e limpida voce femminile, sottolineata dalle magiche e malinconiche note dei temi, accompagnerà l’ascoltatore attraverso un viaggio interiore.

Principium è di fatto un viaggio, un inizio di un percorso attraverso la memoria e le profonde risonanze dell’anima, una partenza verso l’inedito