Beneficenza Partita del Cuore : alimenti e medicinali al Canile di Caserta

Caserta. Martedi’ 25 Ottobre alle 14,30, presso il Canile Municipale di Caserta e’ avvenuta la consegna ufficiale dei medicinali e degli alimenti per i cani e i gatti ospiti della struttura. A consegnarli e’ stato direttamente il Presidente dell’ associazione “Riprendiamoci Caserta” Antonio De Falco accompagnato per l’ occasione dal Giornalista Marco Lugni. Ad accogliere gli stessi Alessandra Prattico’ Presidente dell’ Associazione” Nati Liberi” insieme altri membri della stessa.

Il tutto e’ avvenuto in un clima festoso e amichevole ed e’stato il giusto epilogo di un progetto proposto da “Riprendiamoci Caserta” e subito supportato dall’ Associazione ” Nati Liberi” , progetto che ha visto nello scorso 8 Ottobre affrontarsi in un incontro di Calcio amichevole e per beneficenza allo stadio Pinto di Caserta,la squadra del consiglio Comunale , Sindaco compreso, contro la Nazionale Attori tv ( calciATTORI)

” E’ stata la classica ” Partita del Cuore” il cui incasso e’ stato devoluto in parte al Canile Municipale e l’ altra parte alla casa di accoglienza Caritas di Caserta”. Queste le dichiarazioni di Antonio De Falco apparso da subito molto soddisfatto dell’evento.” Voglio ringraziare – ha continuato il Presidente – tutti i soci dell’ Associazione che hanno contribuito alla riuscita dell’ evento e cioe’ Angelo Zanframundo , Gianluca Nargisio, Aryanna Carrino, Antonio Di Biasio, Fabio De Falco, Vincenzo Napoletano, Giovanna Paolino e Andrea Amodio oltre che per la propria disponibilita’ Enzo Di Nuzzo, Maria Malaspina, Marco Lugni, Enzo Bove e tutti quelli che hanno risposto positivamente alla chiamata a scopo benefico”.

Non sono mancate infine parole di elogio per Alessandra Prattico’ e Veturia Zanframundo oltre che per tutta l’ Associazione ” Nati liberi”. “L’ appuntamento di Riprendiamoci Caserta – ha concluso De Falco – e’ nei prossimi giorni quando provvederemo alla consegna ufficiale di un mobile d’ arredo per la casa di accoglienza della Caritas che decreterà ufficialmente la buona riuscita del progetto”.