La vergogna del Centro Commerciale Campania e del nostro territorio

Marcianise . Mentre nella citta’ di Caserta si registra quotidianamente la chiusura di attivita’ commerciali , quello che accade al Centro Campania di Marcianise, soprattutto di domenica sera, e’ un miscuglio tra apocalisse urbana e mancata tutela dei piu’ elementari diritti dei cittadini.

Domenica 23 Ottobre ore 19,30 :la scena che si presenta agli occhi di chi arriva al Centro Campania e’ a dir poco raccapricciante .Tutti i punti di accesso e tutti i punti di uscita dai vari siti commerciali del Centro Campania sono bloccati da file interminabili di migliaia di auto delle quali non si capisce il senso di direzione, senza contare che all’ interno del centro stesso si aggirano oltre 10 mila persone.

Il tutto avviene senza rispetto delle piu’ basilari norme di sicurezza. I parcheggi sono invasi dalle auto che cercano via di uscita o di entrata con manovre spesso rischiose e comunque non rispettose del codice della strada.

Nessuna possibilita’ di accesso per ambulanze, vigili del fuoco e forze dell’ ordine . Nessuna possibilita’ di sopravvivenza in caso di calamita’ naturali o di eventi dolosi.

Ci chiediamo per quale ragione la Polizia Municipale e le Forze dell’ Ordine non presidiano questa parte di territorio? Perche ‘ la direzione del Centro Commerciale Campania e il Comune di Marcianise  non si impegnano  per trovare soluzioni al problema?

Questa situazione rappresenta  una vergogna nella  gestione del  sito Commerciale Campania dove la spietata logica del profitto prevale sulla tutela dei piu’ elementari diritti di sicurezza dei cittadini .

Ma cio’ che e’ ancora piu ‘ incomprensibile e’ la ragione per cui migliaia di Casertani preferiscono trascorrere ore domenicali nell’ imbuto soffocante del traffico  del Centro Campania piuttosto che vivere le strade e i negozi della propria citta’ .