7 luglio: giornata mondiale del cioccolato

Nove persone su dieci amano il cioccolato. La decima mente (John Tullius)

Che mondo sarebbe, se il 7 luglio del 1847 il cioccolataio inglese Joseph Fry non avesse inventato le tavolette di cioccolata?

Prima che lui unisse per la prima volta il cacao macinato al burro di cacao, il cioccolato si poteva gustare solo sotto forma liquida, come bevanda. O al massimo come piccoli cioccolatini, diffusi a Torino e nel Piemonte

Da quel momento, invece, divenne una libidine da mordere e si aprì un modo di bontà e prelibatezze.

Tanto che il 7 luglio si festeggia in tutto il mondo il World Chocolate Day

Parola d’ordine: bandita ogni dieta. Oggi (solo per oggi), per rendere onore al cibo degli dei, ci si può abbuffare e togliere ogni sfizio.

Il cioccolato è uno degli alimenti più amati al mondo. E ora è anche più sano. Gli scienziati infatti sono riusciti a ridurre i grassi attraverso budinocuoremorbidomuffinscosse elettriche durante il processo di lavorazione. In altre parole, basta applicare un campo elettrico quando il prodotto è ancora allo stato liquido, in questo modo si altera la viscosità riducendo il bisogno di sostanze grasse come il burro di cacao.

Il cioccolato così ottenuto ha fino al 20% in meno di grassi. Dunque, èpiù leggero, più sano ma anche più gustoso. Lo studio è stato condotto dai fisici della Temple University di Philadelphia sulla rivista dell’Accademia americana delle scienze, Pnas.

Come hanno spiegato i ricercatori:

Il cioccolato è uno degli alimenti più apprezzati nel mondo, ma sfortunatamente contiene troppi grassi che aumentano il rischio di obesità. Sebbene questo problema sia noto da decenni, al momento non sono state trovate soluzioni valide.

Il cioccolato ha delle ottime qualità: fa bene alla dieta, migliore l’umore durante il ciclo ed è afrodisiaco.