La vera rottamazione

Stanno impazzendo, non riescono inquadrare l’anomalia napoletana, analisti, giornalisti, politici, non si fanno capaci, il Sindaco De Magistris prende il 43 % al primo turno e loro non riescono a spiegarselo. In attesa del ballottaggio, straccia tutti, PD, FI, destre varie, camorra, malaffare, annessi e connessi, vince contro tutti, raccogliendo la somma dei voti dei due principali concorrenti e loro non riescono a spiegarsi come. Non riescono a spiegarsi come Napoli abbia preferito la trasparenza al torbido, la legalità, all’intrallazzo, il fresco al marcio. Non riescono a spiegarsi come il 43 % dei votanti napoletani abbia rifiutato la clientela, non riescono a spiegarsi come, un comitato di controllo popolare, abbia contrastato davanti ai seggi galoppini, camorra, fascisti, candidati con le liste della spesa in mano e purtroppo, in alcuni casi, anche rappresentanti della legge con le “idee un po’ confuse”. L’anomalia partenopea li ha mandati in tilt, insomma, una volta passi, nel 2011 si saranno sbagliati avranno pensato, ma due volte no, due volte consecutive è troppo, De Magistris vince ancora una volta contro i partiti nazionali e loro non sanno come spiegarlo, loro non sanno cosa scrivere, loro non sanno cosa dire, loro non sanno come inquadrarlo!
Nell’attesa che il 19 giugno si completi il lavoro e nella speranza che il Movimento 5 Stelle faccia la scelta giusta, diciamo agli orfani dello “sputtanapoli” di stare tranquilli, una volta che si saranno ricomposti, troveranno di nuovo il modo di parlare male di Napoli e dei napoletani.

 

Napoli il sindaco
Napoli il sindaco