Castel Volturno SEL Interviene su Stefano Graziano

sel castelvolturno
sel castelvolturno

La regione Campania è la seconda regione in Italia per numero di beni confiscati, in particolare la provincia di Caserta da sempre è stata avanguardia per un modello sano di riutilizzo sociale. Nostro malgrado, tale modello, è stato frutto quasi esclusivamente del duro lavoro dei cittadini e dei soggetti del terzo settore, troppo spesso abbandonati dalle istituzioni competenti.  

Le gravi inchieste giudiziarie che hanno visto coinvolto il Consigliere Regionale e Presidente del PD campano, Stefano Graziano, affondano un duro colpo e offendono l’impegno di tanti che da sempre sono in prima linea nel contrasto alla criminalità organizzata e che da troppo tempo attendono risposte più concrete dagli organi amministrativi competenti. Pur essendo doverosa la presunzione di innocenza, in quanto previsto dalla Costituzione, come circolo Sinistra Ecologia Libertà non possiamo non rilevare una nostra fortissima preoccupazione per l’implicazione dell’esponente PD che, appena la settimana scorsa, è stato coinvolto dallo stesso Presidente De Luca all’incontro tenutosi a Castel Volturno e avente per oggetto il risanamento del Litorale Domitio.
Fiduciosi e sempre più convinti che il risanamento e il rilancio del Litorale Domitio debba necessariamente passare attraverso percorsi e processi di legalità, restiamo in attesa degli ulteriori sviluppi giudiziari.
Circolo “E. Berlinguer” Sinistra Ecologia Libertà – Castel Volturno

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.