Caserta: venerdì 8 aprile, convegno sui rifiuti tossici

L’informazione e i rifiuti radioattivi.
Dagli allarmismi alla realtà

Venerdí 8 aprile – ore 15-19, presso il Circolo Sottufficiali di Caserta in Via Cesare Battisti – si terrà un convegno organizzato direttamente dall’Ordine dei giornalisti, imperniato sulla discussione aperta della gestione dei rifiuti radioattivi nel nostro paese, le modalità in cui essa avviene e i luoghi che ne sono contesto. PNEUMATICI

Il convegno, darà diritto a punti di credito professionali per gli iscritti all’Ordine dei Giornalisti. L’associazione Trenta Righe – collaborando con l’Ordine dei giornalisti della Campania e la Sogin (Società per la gestione degli impianti nucleari) – propone il corso di formazione per giornalisti sul tema, spesso oggetto di discussioni mediatiche volte a non chiarire per nulla il problema e a rendere, appunto, un’informazione lata.

L’appuntamento, prevede l’immergersi nel profondo argomento della gestione degli impianti atomici e delle scorie radioattive in Italia. La Sogin, società di Stato nata alla fine degli anni Novanta per seguire il processo di decommissioning, argomenterà le attività in essere nella Penisola e nel sito campano della Centrale nucleare del Garigliano.

 

 

Caterina Piantieri

About Caterina Piantieri

Nata il 14/04/1995 a Maddaloni (CE). Laureanda presso la Seconda Università degli Studi di Napoli in Lettere Moderne. Le piace la musica, tanto da aver imparato a suonare la chitarra da autodidatta e compone testi. Conoscere e cominciare a scrivere per Informare, oltre ad essere qualcosa di più concreto dal punto di vista “sociale”, é stato inaspettato e completante, perché mi ha permesso di capire ancora qualcosa in più sul mio conto e, decisamente, ciò che voglio dalla mia vita. Non posso, quindi, fare a meno di dire: tutto questo – l’essere parte di una squadra, la possibilità di collegarsi alle persone tramite la cosa che mi piace di più e quella di conoscerne sempre di nuove – è quello che voglio fare. Decisamente, quello per cui vivo.