Castel Volturno – Cittadini pagano l’abbonamento all’M1 ma restano appiedati!!!

download fermata-autobus CTP-2Questa mattina alle sei, mi chiamano dei cittadini, già ero al lavoro, e disperati ed anche arrabbiati perchè esausti, mi dicono: ho un abbonamento che mi costa 73 euro, ed anche questa mattina l’M1 proveniente da Mondragone, arrivato a Castel Volturno nemmeno si è fermato perchè già stracolmo…forse un altro passerà tra qualche ora, se passerà e se si fermerà… Per alcuni altre ore di lavoro e studio persi, per altri un altra giornata da dimenticare …. Allora?

Chi DEVE difendere il sacrosanto diritto di questi cittadini, la colpa non è degli extracomunitari che vanno a lavorare, la colpa è di quello stato (volutamente minuscolo)  che su questi territori continua ad essere assente …

In questi giorni ci siamo interessati all’emergenza trasporto pubblico della CTP ed in particolare della tratta del Litorale Domizio che interessa due comuni importanti come Mondragone e Castel Volturno-
Da troppi anni questa problematica serissima non trova soluzioni e a pagare sono sempre i nostri cittadini. Mi spiego: è all’Italia intera, e allo stesso Ministro degli Interni, Angelino Alfano, che in questi territori c’è una presenza di extracomunitari (circa 10.000 nella sola Castel Volturno) spropositata rispetto ai residenti (24.000) ed unica in Italia. Queste persone lavorano, e molti nella città di Napoli, utilizzano i mezzi pubblici come l’M1 che fa questa tratta, ma già da Mondragone risulta stracolmo di queste persone, pertanto continuano senza fermarsi lasciando tutti gli altri cittadini a terra, maggiormente lavoratori e studenti, la differenza tra bianco e nero nemmeno m’interessa, come non m’interessa che si dica che questi extracomunitari non paghino il biglietto… Cose ridicole, ci si organizza in tal senso con controlli adeguati. Ma visto che i nostri cittadini hanno perso anche la speranza di rivendicare i loro diritti, non potendo usufruire del trasporto pubblico o devono arrangiarsi con mezzi di fortuna, o peggio pagare abusivi che senza nessuna garanzia di sicurezza organizzano i trasporti.
Tutto ciò passa in silenzio, un silenzio che fa male, perchè si da ascolto unicamente quando viene fuori la protesta, messo in pericolo l’ordine pubblico ed ecco che tutti a fare passerella…

Invito i sindaci di Mondragone e Castel Volturno, a chiedere un tavolo urgente sulla questione, e chiedere ulteriori mezzi e “corse” per questo territorio, non possono pagare sempre i cittadini locali, poi da questi episodi nascono le “intolleranze” che poi è guerra tra poveri e veri diritti negati.

Anche il Sindaco della Città metropolitana, Luigi De Magistris, tanto sensibile a queste problematiche e da sempre operativo, e la stessa Regione Campania  che attraverso il Governatore De Luca, questi territori attendono risposte, si attivino per trovare delle soluzioni e che venga ripristinato il diritto di poter vivere in un paese normale.

Invitiamo anche l’ amministratore delegato della CTP. Augusto Cracco, a trovare soluzioni per questa seria problematica, affinché non esplodono altre intolleranze e rispetto dei diritti di chi paga.

(Tommaso Morlando)

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.