Lega Pro Animale-Comunicato Orso.

foto nr 3foto nr. 1foto nr. 2Cari amici,

Vi invio il comunicato stampa del 2 Febbraio 2015 emanato dal Corpo Forestale dello Stato in occasione della liberazione dell’Orsa Caterina detenuta al Ditellandia Park di Mondragone- Caserta.  Arrivata ancora cucciola, Caterina ha trascorso ben 25 anni della sua vita in una gabbia di cemento buia e umida (vedi foto n.1)

 

 

Quando la proprietà del Parco Giochi Ditellandia ha deciso di liberarsi dell’animale, il personale del Servizio CITES del Corpo Forestale dello Stato, dopo aver individuato un’oasi faunistica all’interno del Parco Nazionale della Majella,  avvalendosi  della collaborazione di un team di Veterinari specializzati, ha organizzato il suo trasferimento.

 

Nelle foto n. 2 e n.3 potete vedere l’Orsa finalmente libera, felice davanti al sui primi pasti nella sua ³nuova casa². E per cancellare definitivamente il tristissimo passato, con una nuova vita é arrivato un nuovo nome:

DOROTHEA, in omaggio alla mia persona e al mio trentennale lavoro per la tutela e il benessere dei cani e dei gatti randagi in Italia.

 

Vorrei ringraziare il Corpo Forestale della Regione Campania e Carmen, fondatrice dell’Associazione  Animals Asia Foundation Italia Onlus –

www.animalsasia.org- per aver regalato all’Orsa DOROTHEA una vita degna di essere vissuta.

 

 

Dorothea FRIZ, DVM

www.legaproanimale.com

www.fondazionemondoanimale.com

 

Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali

CORPO FORESTALE DELLO STATO
COMANDO REGIONALE CAMPANIA

 

===  Servizio STAMPA ===

 

COMUNICATO STAMPA

CONVENZIONE DI WASHINGTON: Spostamento esemplare di Ursus Arctos da Ditellandia Park

MONDRAGONE  (CE) 02.02.2015 – Il personale del Servizio CITES Territoriale del Corpo Forestale dello Stato del Comando Regionale della Campania, con la collaborazione dell’associazione  Animal Asia Foundation procederà alle ore 9:00 del 03.02.2015 allo spostamento di un esemplare di Ursus arctos (Orso Bruno) dalla struttura del parco giochi Ditellandia Park  in un centro specializzato.

L’esemplare in questione è ormai detenuto da anni presso la predetta struttura, unitamente ad altri esemplari di animali pericolosi, come la tigre Rambo, confiscata in seguito ad una operazione di p.g. effettuata dal Corpo forestale dello Stato  e la tigre Angela, sequestrata nell’abitazione di un camorrista nell’agro del comune di Mugnano e  successivamente  trasferita in una struttura autorizzata in Germania. Lo spostamento dell’esemplare di orso, a cui seguirà quello della tigre Rambo, si rende necessario in quanto il Parco giochi Ditellandia  ha deciso di rinnovare la propria struttura destinandola a diverso segmento commerciale ed inoltre   a tutt’ oggi  non ha ottenuto il riconoscimento come giardino zoologico, con la conseguenza che  la permanenza degli animali non risulta essere   in linea con la normativa vigente.

Il Corpo forestale garantirà che lo spostamento dell’esemplare di orso  bruno  avvenga in modo da garantire il benessere dell’animale e la sicurezza della incolumità pubblica e degli operatori.

La vicenda si inserisce nell’ambito di un percorso messo in campo  dal Comando Regionale della Campania del CfS, che  vede la collaborazione delle associazioni di tutela dei diritti degli animali come l’Animal ASIA Foundation  e la LAV e, rivolto al reinserimento  degli animali, spesso provenienti da traffici illegali,  in ambienti più consoni  alla loro natura.

Le operazioni di  trasferimento  intesseranno dapprima l’ Orsa Caterina, che già da domani martedi 3 Febbraio, lascerà quella che per 25 anni é stata la sua dimora, per essere accolta in un’ oasi faunistica nel parco Nazionale della Majella, appositamente preparata per lei e approvata dal Ministero dell’ Ambiente. Finalmente potrà godere delle cure e di un habitat consoni alle sue naturali esigenze e necessità. Insieme a una nuova vita l’ Orsa avrà un nuovo nome: verrà infatti ribattezzata Dorothea in omaggio alla Dott.ssa Vet. Dorothea Friz , Presidente dell’ Associazione  LEGA PRO ANIMALE che instancabilmente da  trenta anni combatte contro il fenomeno del randagismo in Campania, in particolare proprio nel territorio del casertano dove, a Castel Volturno, ha una clinica veterinaria dedicata alla sterilizzazione e alla cura di cani e gatti.