Fondazione valenziMercoledi 7 Maggio alla Fondazione Valenzi la presentazione del libro di Leila El Houssi “Il risveglio della democrazia. La Tunisia dall’indipendenza alla transizione” 

Dalle 16 e 30 al Maschio Angioino un’analisi sul percorso storico e politico di indipendenza del paese nordafricano

 “Il risveglio della democrazia. La Tunisia dall’indipendenza alla transizione”: questo il titolo del libro di Leila El Houssi, edito da Carocci, che sarà presentato mercoledi 7 Maggio dalle 16 e 30 al Maschio Angioino nella sede della Fondazione Valenzi, l’istituzione internazionale dedicata a Maurizio Valenzi, l’ex parlamentare italiano ed europeo, sindaco a Napoli dal 1975 al 1983.

 Dopo i saluti della Presidente della Fondazione Lucia Valenzi, seguirà il dibattito con le docenti del Dipartimento Asia, Africa, Mediterraneo dell’Università degli Studi di Napoli L’Orientale Anna Maria Di Tolla e Ersilia Francesca.

 Sarà presente l’autrice.

L’iniziativa rientra nel ciclo di seminari interdipardimentali sul Nord Africa e Medio Oriente organizzati dall’Università L’Orientale in collaborazione con l’Ente.

Relazioni Esterne e con i Media

Gianluigi Cioffi 333 5056074

Segue la scheda di approfondimento:

Leila El Houssi

Il risveglio della democrazia. La Tunisia dall’indipendenza alla transizione

 

Da “democrazia nascente” con il suo primo presidente Habib Bourguiba, la Tunisia è diventata una “democrazia calante” con Zine El Abidine Ben Ali, la cui politica di “cambiamento” e di modernizzazione celava un capillare controllo autoritario e una prassi repressiva, giustificata dietro alla bandiera della lotta contro il terrorismo.

Sebbene privato di dignità e libertà, il popolo tunisino ha saputo reagire. Con la rivolta del gennaio 2011 e la messa in fuga del dittatore Ben Ali, la Tunisia ha respirato la Libertà. Libertà di scegliere, Libertà di agire, Libertà di parlare, Libertà di esprimersi. La Tunisia sta vivendo oggi un processo di transizione democratica attraversato da ombre e inquietudini. Ma come sostiene Leila El Houssi “siamo di fronte al punto di partenza di un processo di democratizzazione che sino a qualche tempo fa sembrava solo un sogno”. Resterà la Tunisia un paese aperto e transculturale? Da questo interrogativo l’autrice di origine italo-tunisina ripercorre il cammino dell’ “Altro suo paese” dall’indipendenza ai giorni nostri, mostrandoci i forti legami tra quella terra e l’esperienza europea.

 

(2013) pp. 112 Carocci Editore € 13,00

Segue il profilo dell’autore

Leila El Houssi

 

Leila El Houssi si occupa di storia, culture e questioni di genere nel Nord Africa in età moderna e contemporanea.

Coordinatrice scientifica e docente del Master Mediterranean Studies presso il Dipartimento di Scienze Politiche e sociali dell’Università di Firenze, è autrice di numerosi saggi pubblicati in volumi e riviste italiani e stranieri.

Ha recentemente curato con Lucia Sorbera il numero monografico della rivista Genesis “Femminismi nel Mediterraneo”.

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.