Da passione a professione: 4 nuovi giornalisti in “Informare”

Esiste una linea sottile tra la volontà e l’obbligo di scrivere, tra l’onore di avere un pubblico al quale si trasmette un messaggio e l’onere di informare la pubblica opinione: è una passione che si trasforma in professione, forse la più bella, complessa ed entusiasmante. Ogni giornalista comincia così, con timidi passi per divincolarsi tra la notizia e la curiosità ed arrivare ad essere pienamente consapevoli del proprio ruolo all’interno della società.

Fulvio, Martina, Savio e Vincenzo. Sono gli ultimi quattro dei dodici giornalisti facenti parte della redazione di Informare. Nella giornata di ieri, dopo oltre due anni di praticantato e decine di articoli pubblicati sul nostro magazine, Fulvio Mele, Martina Giugliano, Salvatore De Marco e Vincenzo Lo Cascio, hanno conseguito ufficialmente il tesserino di giornalista pubblicista ed entrano di diritto in questa grande famiglia.

Il giornalismo è una professione satura di persone che hanno imparato a creare e non ricercare la notizia, ed è questo il più grande fallimento per un professionista che lavora nel mondo dell’informazione. Anche per tale motivo la redazione di Informare si propone come un centro di formazione per coloro che aspirano a diventare giornalisti, esercitando un’attività divulgativa libera e corretta, promuovendo cultura, bellezze, eccellenze e denunciando ogni tipo di illegalità. Finora i risultati sono sempre più soddisfacenti, tanto che altri quattro redattori formalizzeranno le pratiche ufficiali presso l’Ordine dei Giornalisti della Campania nei prossimi mesi.

Sono orgoglioso del team di lavoro che può vantare questa redazione, una squadra affiatata, giovane e compatta, dove spesso l’amicizia si mescola alla professione ma con l’intesa comune, la voglia e la convinzione di perseguire tutti un unico obiettivo: Informare.

di Fabio Corsaro

Direttore responsabile

About Fabio Corsaro

Ho 22 anni e da quasi 3 primavere sono giornalista pubblicista. Dirigo la splendida redazione di Informare, di cui faccio parte dai miei teneri 16 anni. Sono laureato presso l’Università di Salerno in Scienze della Comunicazione e, in virtù della specialistica, mi appresto a fare esperienze internazionali (non ricordatelo a mia mamma). Per il resto avanti con un detto che non muore mai... Per aspera ad astra!