Templates by BIGtheme NET

Presentazione del libro di Paolo Miggiano: A testa alta

Print Friendly

 Di Girolamo Editore

Castel Volturno, Mercoledì 18 luglio 2012 h 18,30

Centro Miriam Makeba, via M. Serao 10

Intervengono

Giovanni Conzo, Sostituto Procuratore della Repubblica presso la DDA di Napoli

Enrico Tedesco, Segretario Fondazione Polis

Sergio Tanzarella, Casa editrice Di Girolamo Editore.

Modera

Vincenzo Ammaliato, Giornalista

Testimonianza di Gennaro Del Prete, figlio di Federico

In collaborazione con:

Edicolè, AISLo – Associazione Italiana Incontri e Studi sullo Sviluppo Locale, GIT Banca Etica, Missionari Comboniani, Pro loco Castel volturno, Villaggi Globali

Invito

Il libro racconta la storia di Federico Del Prete, commerciante ambulante ucciso dalla camorra a Casal di Principe il 18 febbraio del 2002. Per difendere la categoria dei venditori dei mercati, vessati e taglieggiati dalla camorra, Del Prete aveva fondato il Sindacato Nazionale Autonomo Ambulanti. Nonostante minacce e intimidazioni  di ogni genere egli aveva denunciato estorsori e criminali ed alla vigilia di un processo contro il feroce clan La Torre, il giorno prima della sua deposizione in tribunale, venne ammazzato. Del Prete fu un cittadino esemplare e coraggioso al quale lo Stato non seppe garantire protezione adeguata se non  concedendogli dopo morto la medaglia d’oro al valor civile. Questo libro, in una Italia dei pavidi, di faccendieri, di corrotti e di collusi, restituisce per la prima volta la memoria di un uomo che seppe resistere e presenta l’azione di quanti, dopo la sua morte, si impegnarono efficacemente nella ricerca degli esecutori e mandanti.

Con una prefazione del magistrato Raffaele Cantone, una postfazione del referente regionale di Libera don Tonino Palmese e una testimonianza di Gennaro Del Prete, figlio di Federico.

Fabio Corsaro

Sono nato e cresciuto professionalmente tra le mura di questa redazione che ha avuto sin da subito l'odore di casa. Ho cominciato a 16 anni a dare adito alla passione per la scrittura e voce alla scrupolosa sete di conoscenza e curiosità attraverso il fascino della carta stampata. Oggi ho 20 anni, sono un laureando alla Facoltà di Scienze della Comunicazione presso l'Università di Salerno, da oltre un anno giornalista pubblicista e da qualche mese direttore di Informare: credo che le passioni che ci portiamo dentro debbano essere coltivate fino in fondo, dando loro la forma del sacrificio e della concretezza. Inoltre, credo che tutto, compreso gli uomini, possa essere soggetto a pratiche di miglioramento: ad maiora semper!

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.