Templates by BIGtheme NET

Coca Cola Marcianise: De Vita (Ugl) “Ancora irregolarità, l’azienda prenda posizione”

Print Friendly

 “Uno giorno si riuniscono i quadri dirigenti di tutte le sigle e si inneggia all’unità sindacale e l’altro si eleggono le Rls e si contratta la turistica aziendale in deroga ad ogni regolamento, dimenticandosi di ruoli e compiti della Rsu”. E’ quanto ha dichiarato questo pomeriggio il dirigente provinciale della Ugl Caserta Ciro De vita registrando l’ennesima irregolarità avvenuta nello stabilimento Coca Cola Hbc Italia di Marcianise in provincia di Caserta. “Appena un mese fa il Comitato dei garanti di Caserta, presenti tutti i segretari provinciali di categoria, i rappresentanti del Ministero del Lavoro e quelli di Confindustria decretò senza voti contrari l’accettazione della nostra lista alle elezioni per il rinnovo della Rsu e sancì in maniera definitiva il nostro pieno diritto a rappresentare i lavoratori. Oggi, la cosa che più fa sorridere” continua il sindacalista ”è che uno dei componenti della Rsu che ha consentito queste irregolarità, e che ha cambiato tre sigle in tra anni, transitando per la nostra ebbe a dire a mezzo stampa che si riservava di verificare la qualità e la validità degli accordi all’epoca sottoscritti e  diffidava dal sottoscriverne ulteriori in assenza di una adeguata rappresentanza della Ugl. Chiediamo all’azienda di non trincerarsi più dietro il solito ‘non sono questioni nostre’ e di pretendere il rispetto delle regole alle quali siamo tutti assoggettati. Purtroppo “conclude con amarezza De Vita “le passerelle di ieri diventano oggi stucchevoli, ed i buoni intendimenti si trasformano in atti ostili; bene ha fatto chi ha criticato dal palco certi atteggiamenti”.

Fabio Corsaro

Sono nato e cresciuto professionalmente tra le mura di questa redazione che ha avuto sin da subito l'odore di casa. Ho cominciato a 16 anni a dare adito alla passione per la scrittura e voce alla scrupolosa sete di conoscenza e curiosità attraverso il fascino della carta stampata. Oggi ho 20 anni, sono un laureando alla Facoltà di Scienze della Comunicazione presso l'Università di Salerno, da oltre un anno giornalista pubblicista e da qualche mese direttore di Informare: credo che le passioni che ci portiamo dentro debbano essere coltivate fino in fondo, dando loro la forma del sacrificio e della concretezza. Inoltre, credo che tutto, compreso gli uomini, possa essere soggetto a pratiche di miglioramento: ad maiora semper!

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.