Leggi Informare Novembre 2014 N°139

Leggi Informare Ottobre 2014 N°138

Leggi Informare Settembre 2014 N°137

Leggi Informare Agosto 2014 N°136

Leggi Informare Luglio 2014 N°135

Leggi Informare Giugno 2014 N° 134

Leggi Informare Maggio 2014 N° 133

Informare Aprile 2014 N°132

Informare Marzo 2014 N° 131

Informare Febbraio 2014 N° 130

http://issuu.com/informareonline/docs/definitivoperissuu

FESTA DI FINE ANNO ALLA SCUOLA SANT’ANNA

Print Friendly

Celebrato l’entusiastico rapporto Scuola-Famiglia  al servizio di bambini felici  e dell’intera comunità.


CASERTA  – Va concludendosi, nelle varie realtà scolastiche pubbliche e private, il tempo dei saggi. Giugno, il mese delle rappresentazioni di fine anno, dappertutto. Eppure, qui e là, spuntano performances d’eccezione. E’ stato il caso, martedì 19, della recita allestita presso la scuola paritaria “Sant’Anna” ove, protagonisti i felici bambini della scuola dell’infanzia e primaria, s’è “celebrata” una serata di entusiastico rapporto insegnanti-genitori. Canti, danze, recitazioni: in un mix salutato, a più riprese, da scroscianti applausi. Si coglie subito la differenza fra i consensi “di circostanza” e le autentiche ovazioni. E al civico 78 di Via Renella è avvenuto proprio quel miracolo che solo raramente accade, cioè quando il “tutti per uno ed uno per tutti” è di consolidata matrice. Ma qual è il segreto? Sono i genitori a spiegarlo, quasi con l’ansiosa premura di non dire abbastanza. Le mamme, oh le mamme! Siano state Maria, lieta genitrice di Francesco, o Monica, orgogliosa di Lidia, oppure Angela fierissima di Andrea… All’unisono hanno sciolto l’inno alle maestre Loredana, Anna, Marinella, Paola, Maria, Carla, Maria Pia che è pure l’amata dirigente della “Sant’Anna”. Già perché si può essere (e fare la) dirigente i mille modi: Maria Pia, da sempre, ha trovato quello giusto, che coniuga l’austerità con l’umanità, la ricerca dell’efficienza sulla via di un’eccellenza funzionale crescente. Del resto, il suo cognome è Borghese e della migliore …borghesia in campo educativo. Il segreto – l’abbiamo accennato – sta nella sinergìa vera che fa azionare in parallelo vocazioni e competenze, ma lo si ritrova pure nella massima considerazione dei piccoli allievi, di tutti e  di ciascuno, con domande formative differenziate, proprio come in natura avviene, come emerge da ogni allievo “unico e irripetibile” che alla sua scuola chiede di essere aiutato a svilupparsi al meglio, nella progressiva conoscenza di sé e del mondo circostante e nella socializzazione che fa da perno alla più matura coscienza civile e democratica. E Maria Pia Borghese sa dar lo stampo, energica ma attenta a garantire elaborazioni e piste d lavoro didattico orientate da un senso della democrazia addirittura emblematico. Diversamente non si spiegherebbe tanto successo. Altrimenti non si potrebbero verificare, come è gioiosamente è avvenuto martedì sera, le magìe di un sogno educativo realizzato e costantemente in via di realizzazione. Ora tutti pronti per andare in vacanza. A settembre si riprenderà, ancora con più lena, ancor più con la cosciente responsabilità che nutrono quanti han capito che, se si vuole investire per un anno, si semina il grano, per dieci anni si mettere a dimora un albero e, per cento, si educa una generazione nuova.

Raffaele Raimondo

Dove trovo Informare?

Dove trovo Informare?

Officina Volturno

Officina Volturno

www.mozzarelladop.it

www.mozzarelladop.it

Comune di Castel Volturno

Comune di Castel Volturno

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al nostro mensile, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Categorie

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.