Templates by BIGtheme NET

Alla Feltrinelli si presenta il romanzo “Pazienti Smarriti” della Pugliese

Print Friendly

Venerdì 25 maggio alle ore 18 presso la libreria Feltrinelli di Corso Trieste a Caserta ci sarà la presentazione del romanzo Pazienti Smarriti,  Robin Edizioni.

Interverranno l’autrice del libro, Maria Rosaria Pugliese, e il Presidente della Lilt Caserta, Enzo Battarra.

Finalista alla XVII edizione del Premio Domenico Rea, è il romanzo d’esordio della Pugliese.

Il filo dal quale la vicenda si dipana è un evento accidentale: Ettore, uomo maturo ed affermato imprenditore, si ammala di cancro.

Da questo momento, la sua vita subisce una battuta d’arresto.

Non solo la sua, a dire il vero.

Nell’iter travagliato della malattia, infatti, Ettore può contare sul sostegno delle donne della Sua vita: le due figlie, la moglie e la sorella.

Quest’ultima, voce narrante del libro, si fa carico di un disperato sforzo teso a salvare, almeno nella memoria, tutto ciò che resta della famiglia.

Così man mano che le condizioni di Ettore si aggravano, lei intraprende un cammino interiore a ritroso nel tempo alla ricerca delle proprie radici.

La scrittura assume toni evocativi, si popola di sfumature talvolta colte e talaltra divertenti.

Questa tensione autobiografica non è fine a se stessa, diviene anzi l’occasione per una ricostruzione storica che abbraccia alcuni decenni della società italiana.

Il boom economico, la trasformazione dei costumi e il dilagare del consumismo sono alcuni dei temi che entrano nella narrazione conferendole una rilevanza anche sociologica.

Per tali aspetti che, unitamente alla cura lessicale, testimoniano una qualità letteraria fuori dal comune, Pazienti Smarriti, che si pregia della prefazione di Francesco Costa, tradisce il suo status di opera prima.

Fabio Corsaro

Sono nato e cresciuto professionalmente tra le mura di questa redazione che ha avuto sin da subito l'odore di casa. Ho cominciato a 16 anni a dare adito alla passione per la scrittura e voce alla scrupolosa sete di conoscenza e curiosità attraverso il fascino della carta stampata. Oggi ho 20 anni, sono un laureando alla Facoltà di Scienze della Comunicazione presso l'Università di Salerno, da oltre un anno giornalista pubblicista e da qualche mese direttore di Informare: credo che le passioni che ci portiamo dentro debbano essere coltivate fino in fondo, dando loro la forma del sacrificio e della concretezza. Inoltre, credo che tutto, compreso gli uomini, possa essere soggetto a pratiche di miglioramento: ad maiora semper!

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.