Templates by BIGtheme NET

CAPUA: …GIURANO I VOLONTARI DEL 1° BOCCO 2012 DELL’ ESERCITO

Print Friendly

Venerdì 18 maggio al Raggruppamento Unità Addestrative…

Cerimonia dedicata a Donato Briscese, eroe italiano sul fronte russo

 

 

CAPUA (Raffaele Raimondo) – Milletrecento volontari in ferma prefissata di un anno del 47° RAV “Ferrara” e del 17° RAV “Acqui”, giureranno fedeltà alla nostra Repubblica venerdì 18 maggio, alle ore 10.30, pressola Caserma“Oreste Salomone” di Capua ove ha sede il Comando del RUA (Raggruppamento Unità Addestrative) dell’Esercito Italiano.                                                                    La cerimonia sarà intitolata al caporal maggiore Donato Briscese, decorato di Medaglia d’Oro al Valor Militare con la seguente motivazione scolpita su una lapide in marmo che si trova a Venosa (Lucania): “In aspro combattimento contro rilevanti forze, portava i dipendenti con ardita decisione all’attacco, infliggendo gravi perdite al nemico. Caduti alcuni serventi, benché ferito una prima volta, rimaneva al proprio posto incitando i suoi uomini alla resistenza ed assicurando l’efficace fuoco dell’arma. Ferito una seconda volta al capo da scheggia di mortaio, cosciente della critica situazione per la grave minaccia nemica, rifiutava ogni cura e continuava audacemente la lotta. Rimasta l’arma inutilizzabile, si poneva alla testa dei superstiti e cercava ancora di arrestare il nemico con lancio di bombe a mano, finché, colpito a morte da raffica di mitragliatrice, immolava la propria vita, fiero di aver contrastato il passo al nemico prodigandosi oltre gli umani limiti del dovere. Nikolajewka (fronte russo), 20 febbraio1942”.                                                                Se è vero, come è vero, che il giuramento rappresenta uno dei momenti più rilevanti della carriera intrapresa dai giovani in armi, la figura altamente esemplare dell’eroe Briscese indica la luminosa strada ai giovani soldati che, davanti al comandante del RUA, generale di Divisione Antonio Zambuco, a tante autorità e a migliaia di familiari ed amici, ascoltato l’appello del col. Sergio Antonelli – comandante del 47° “Ferrara” -, grideranno ad una sola voce la loro solenne promessa, intonando subito dopo “Il Canto degl’Italiani” sulle note dell’Inno di Goffredo Mameli.                Analogo evento s’è celebrato l’11 maggio scorso,  pressola Caserma”Duca” di Verona, alla presenza del capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale di Corpo d’Armata Claudio Graziano, e di fronte alla Bandiera di Guerra dell’ 85° Reggimento Addestramento Volontari “Verona”. Ma là i volontari superavano di poco le seicento unità.

 

 

Fabio Corsaro

Sono nato e cresciuto professionalmente tra le mura di questa redazione che ha avuto sin da subito l'odore di casa. Ho cominciato a 16 anni a dare adito alla passione per la scrittura e voce alla scrupolosa sete di conoscenza e curiosità attraverso il fascino della carta stampata. Oggi ho 20 anni, sono un laureando alla Facoltà di Scienze della Comunicazione presso l'Università di Salerno, da oltre un anno giornalista pubblicista e da qualche mese direttore di Informare: credo che le passioni che ci portiamo dentro debbano essere coltivate fino in fondo, dando loro la forma del sacrificio e della concretezza. Inoltre, credo che tutto, compreso gli uomini, possa essere soggetto a pratiche di miglioramento: ad maiora semper!

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.