Templates by BIGtheme NET

iorgio Napolitano inaugura domani 16 Maggio a Tunisi la mostra “Omaggio a Maurizio Valenzi”

Print Friendly

Giorgio Napolitano inaugura domani 16 Maggio a Tunisi la mostra “Omaggio a Maurizio Valenzi” anteprima della grande esposizione che la Fondazione Valenzi e l’Istituto Italiano di Cultura di Tunisi organizzeranno a Roma a novembre

Il Presidente della Repubblica renderà omaggio presso la sede dell’Istituto Italiano di Cultura di Tunisi all’arte pittorica di Maurizio Valenzi uno dei più grandi artisti italo-tunisini, parlamentare e sindaco di Napoli dal 1975 al 1983

 

Sarà il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ad inaugurare a Tunisi all’Istituto Italiano di Cultura domani 16 Maggio dalle 16 e 30 la mostra “Omaggio a Maurizio Valenzi”, di cui sono curatori il direttore dell’Istituto Luigi Merolla e la Presidente della Fondazione Valenzi Lucia Valenzi.

La mostra mette in piena luce la poderosa e pregevole produzione artistica di Maurizio Valenzi, l’ex parlamentare italiano ed europeo, sindaco di Napoli dal 1975 al 1983.

L’esposizione che raccoglie le opere del periodo tunisino e a questo ispirate è un’anteprima del più grande allestimento artistico in programma a novembre a Roma. A promuoverla è la Fondazione nata nel 2009 e intitolata a Maurizio Valenzi e a sua moglie Litza Cittanova Valenzi; l’ente in poco meno di tre anni di attività si é imposto come una delle più importanti istituzioni del Sud Italia attive nella cultura e nel sociale.

Una passione, quella per la pittura, che ha coltivato fin da giovane e lo ha portato ad essere riconosciuto e stimato pittore non solo in Italia.

La predisposizione al bello e all’arte ha accompagnato Valenzi anche nella sua lunga e prestigiosa carriera nella politica e nelle istituzioni a testimonianza di una vita straordinaria di grande umanità e di grandi valori.

“Mio padre – dichiara Lucia Valenzi – ha iniziato la sua attività pittorica in Tunisia ed è significativo che la valorizzazione della sua opera parta proprio da qui, dove negli Anni Trenta era forte l’influenza delle avanguardie artistiche del Novecento. A novembre questo percorso sfocerà nella grande mostra che si terrà a Roma. Proprio a Roma tra l’altro, a via Margutta, condivise il suo lavoro artistico con l’amico, anche lui tunisino, Antonio Corpora”.

“La Tunisia – dichiara Luigi Merolla – ha segnato indelebilmente la produzione artistica di Maurizio Valenzi. I suoi dipinti più significativi riprendono in effetti esperienze della sua terra natale, costituendo un diario della memoria attraverso i colori, le impressioni, i volti, i paesaggi. Una stratificazione emotiva non circoscrivibile unicamente al percorso dell’artista, peraltro di grande valore, ma che rappresenta la testimonianza della vita dell’uomo e dei propri pensieri”.

L’impegno per la valorizzazione dell’opera artistica di Valenzi continua inoltre con l’edizione a tiratura limitata, da parte di Arti Grafiche Boccia, in centocinquanta copie per collezionisti, di quattro litografie riproducenti i suoi migliori dipinti.

È stato proprio il Presidente Napolitano ad aver già prenotato per sé una copia delle litografie. La stessa sarà marcata con il numero 1.

Fabio Corsaro

Sono nato e cresciuto professionalmente tra le mura di questa redazione che ha avuto sin da subito l'odore di casa. Ho cominciato a 16 anni a dare adito alla passione per la scrittura e voce alla scrupolosa sete di conoscenza e curiosità attraverso il fascino della carta stampata. Oggi ho 20 anni, sono un laureando alla Facoltà di Scienze della Comunicazione presso l'Università di Salerno, da oltre un anno giornalista pubblicista e da qualche mese direttore di Informare: credo che le passioni che ci portiamo dentro debbano essere coltivate fino in fondo, dando loro la forma del sacrificio e della concretezza. Inoltre, credo che tutto, compreso gli uomini, possa essere soggetto a pratiche di miglioramento: ad maiora semper!

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.