Templates by BIGtheme NET

Venerdi 11 Maggio a Napoli alla Fondazione Valenzi il cardinale Crescenzio Sepe e Francesco Paolo Casavola a confronto su etica e bene comune per sensibilizzare Istituzioni e cittadini

Print Friendly

Dalle 11 al Maschio Angioino continua il ciclo di incontri con personalità del mondo della cultura, della politica e dell’economia per la città e sulla sua storia

Saranno l’arcivescovo metropolita di Napoli Crescenzio Sepe e il presidente emerito della Corte Costituzionale Francesco Paolo Casavola ad incontrarsi venerdi 11 Maggio dalle 11 al Maschio Angioino nella sede della Fondazione Valenzi, l’istituzione internazionale dedicata a Maurizio Valenzi, l’ex parlamentare italiano ed europeo, sindaco a Napoli dal 1975 al 1983, per il ciclo di incontri con i personaggi della cultura e delle istituzioni sui temi di stretta attualità per Napoli e la nazione.

Al centro dell’incontro con i cittadini e i soci della Fondazione saranno i temi dell’etica e del bene comune quali principi necessari all’azione dei cittadini e delle Istituzioni per il perseguimento di un ritrovato benessere sociale.

L’incontrò si aprirà con i saluti della Presidente della Fondazione Lucia Valenzi e l’introduzione del Coordinatore del Comitato di Indirizzo Franco Iacono. L’incontro sarà moderato dal Segretario Generale della Fondazione Roberto Race.

“In un momento di grandi tensioni per la stabilità del sistema sociale ed economico a Napoli e in Italia – dichiarano Lucia Valenzi e Roberto Race – ma anche di scelte che possono decidere del futuro, è importante tornare a riflettere su che società vogliamo costruire. E in questo la chiesa, l’etica e l’impegno sociale dei cattolici hanno ancora un grande ruolo da svolgere”.

Fabio Corsaro

Sono nato e cresciuto professionalmente tra le mura di questa redazione che ha avuto sin da subito l'odore di casa. Ho cominciato a 16 anni a dare adito alla passione per la scrittura e voce alla scrupolosa sete di conoscenza e curiosità attraverso il fascino della carta stampata. Oggi ho 20 anni, sono un laureando alla Facoltà di Scienze della Comunicazione presso l'Università di Salerno, da oltre un anno giornalista pubblicista e da qualche mese direttore di Informare: credo che le passioni che ci portiamo dentro debbano essere coltivate fino in fondo, dando loro la forma del sacrificio e della concretezza. Inoltre, credo che tutto, compreso gli uomini, possa essere soggetto a pratiche di miglioramento: ad maiora semper!

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.