Templates by BIGtheme NET

Il cameraman coraggioso è stato licenziato

Print Friendly

Vincenzo Siciliano, il cameraman di Canale8 che per primo ha denunciato di non ricevere lo stipendio da mesi presso l’emittente per cui lavorava, è stato licenziato per ritorsione.

Tutto è iniziato con un appello su facebook diretto ai colleghi con il quale li invitava a disertare le dirette tv previste a partire dalle chiusura dei seggi nei 22 comuni della provincia di Lecce.

Oltre a ciò, denunciando la situazione lavorativa nel mondo dell’informazione locale di precarietà che riguarda non solo cameraman e tecnici ma anche e soprattutto i giornalisti.

Lo “Sportello dei Diritti” tramite i suoi legali, si propone di assumere in maniera assolutamente gratuita la difesa del cameraman ribadendo il proprio impegno contro tutte le forme di arroganza del potere e di prevaricazione, per la tutela dei diritti.

“A healthy eye with full visual capacities is of no use in a dead body,” he said.Lecce, 7 maggio 2012                                                                                                                                                                                            

Giovanni D’AGATA

 

Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno sociale sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Il periodico Informare e l'associazione continuano ad aggregare giovani e a formarli come giornalisti diventando una vera fucina di buona informazione. Non usufruiamo di nessun tipo di finanziamento ne pubblico ne privato. Il giornale è distribuito in modo gratuito tra Napoli,Caserta e le loro province. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori. Abbiamo una storia ancora da scrivere, ma la faranno i nostri giovani.

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.