Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al nostro mensile, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Officina Volturno

Officina Volturno

GIORNATA DEI MIGRANTI – CENTRO FERNANDES


DOMENICA 22 GENNAIO 2012

CASTEL VOLTURNO

 

Domenica 22 al Centro Fernandes di Castel Volturno si conclude la settimana di sensibilizzazione sul tema della GIORNATA MONDIALE DEI MIGRANTI E RIFUGIATI celebrata in tutte le chiese domenica 15 gennaio. Alle ore 11 l’arcivescovo  di Capua, Mons. Bruno Schettino, incontrerà le comunità di immigrati presenti sul territorio per ascoltare i loro problemi. Alle ore 12 dalla vicina chiesa del Villaggio Del Sole verrà portata in processione la statua di San Castrese, patrono di Castel Volturno, la cui festa si celebrerà il prossimo 11 febbraio. La piccola comunità del Villaggio si unirà alle comunità immigrate per celebrare la Santa Messa al Centro Fernandes con canti e preghiere in varie lingue. L’incontro con la popolazione locale è il risultato di una settimana di sensibilizzazione che ha portato gli operatori del Centro Fernandes, i padri Comboniani, le religiose africane, presso tutte le chiese di Castel Volturno e le scuole per promuovere i valori dell’accoglienza e della cittadinanza. Per questo motivo saranno presenti i parroci di Castel Volturno e vari rappresentanti di associazioni locali. Dopo la Santa Messa la giornata proseguirà con un frugale pasto etnico e l’esibizione di canti etnici di gruppi locali. In preparazione dell’incontro di Domenica 22, Sabato 19 alle 18.00, presso la “Casa Del Bambino”, asilo multietnico gestito dai padri comboniani, sarà proiettato il film “IUS SOLI” . Si tratta di un film documentario , premiato dall’ Associazione Amici di Giana con il Premio Mutti.  18  storie di ragazze e ragazzi nati e cresciuti in Italia ma con origini :asiatiche, sudamericane, africane e residenti in aeree geografiche diverse dell’Italia .Sono ragazzi nati in Italia, figli di immigrati: studiano nel nostro Paese,   parlano la nostra lingua e i nostri dialetti, molto probabilmente non sono nemmeno mai stati nel paese d’origine dei loro genitori né spesso ne parlano la lingua. Eppure non sono riconosciuti cittadini italiani come tutti gli altri. Oltre alle loro storie sono stati intervistati sociologi e politici italiani. E’ uno dei primi documentari “grassroot” prodotti in Italia, con lo scopo di essere utilizzato come piattaforma dal basso per generare una campagna sociale di Cambiamento rivolta agli stessi attori sociali che ne sono anche gli artefici. Alla proiezione seguirà un dibattito con esperti e testimoni

Leggi Informare

Sondaggio
LA GRANDE BELLEZZA è l'argomento caldo delle discussioni sui social network. Ti è piaciuto il film, fresco di Oscar come miglior pellicola straniera?

Categorie

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.