Templates by BIGtheme NET

Frutta e verdura: 5 porzioni al giorno!

Print Friendly

 Frutta e verdura dovrebbero essere una componente costante della nostra alimentazione. Le linee guida per una corretta alimentazione, consigliano di inserire regolarmente verdura nei due pasti principali, e frutta almeno in tre occasioni giornaliere.

 

Perché è meglio consumare più ortaggi e frutta?

perché forniscono fibra alimentare che non ha valore energetico, ma è molto importante per la regolazione di diverse funzioni fisiologiche ne1l’organismo (ritarda lo svuotamento gastrico, favorisce il transito intestinale e l’evacuazione delle feci, riduce e rallenta l’assorbimento di alcuni nutrienti, quali glucosio e colesterolo);

perché apportano  importanti vitamine e minerali: ad esempio l’arancia, il pomodoro ed il kiwi, sono un’ottima fonte di vitamina C e di folati; la carota, l’albicocca e gli ortaggi a foglia verde di provitamina A; gli ortaggi a foglia verde sono anche una fonte importante di minerali come

perché contengono sostanze ad azione protettiva di tipo antiossidante che contrasta l’azione dei radicali liberi, responsabili dei processi di invecchiamento precoce, e di una serie di reazioni che sono all’origine di diverse forme tumorali.

Nessuno studio ha dimostrato finora che la somministrazione di integratori può dare gli stessi effetti benefici che sono associati all’ingestione di frutta e vegetali. Di conseguenza, si pensa che tali effetti siano dovuti soprattutto all’azione congiunta e sinergica di molteplici costituenti presenti nell’alimento.

Si sente spesso dire che i bambini non gradiscono molto la frutta, né, tantomeno, la verdura. Sicuramente è una questione di abitudini alimentari che si acquisiscono in famiglia nella prima infanzia e, pertanto, di seguito troverete alcuni consigli pratici per favorirne il loro consumo:

– Scegliere frutta e verdura di stagione, meno costosa e più ricca di principi nutritivi;

– mettere in tavola la verdura cruda (carota, sedano, finocchio, cetriolo, ravanelli e cavolo) tagliata e pronta da mangiare;

– inventare nomi di fantasia adatti ai bambini;

– usare la verdura per preparare primi piatti;

– proporre la frutta come spuntino/merenda o ogni volta che i bambini chiedono qualcosa da mangiare fuori pasto;

– scegliere la frutta facile da sbucciare (clementine, banane) o che non si sbuccia affatto (fragole, ciliegie, albicocche, etc.);

– preparare la macedonia di frutta fresca anche senza aggiungere zucchero.

 

Dott.ssa Giuseppina Traettino

Biologo Nutrizionista

Specialista in Scienza dell’Alimentazione

e-mail:pinatraettino@email.it

Tel.: 3383489750

Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno sociale sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Il periodico Informare e l'associazione continuano ad aggregare giovani e a formarli come giornalisti diventando una vera fucina di buona informazione. Non usufruiamo di nessun tipo di finanziamento ne pubblico ne privato. Il giornale è distribuito in modo gratuito tra Napoli,Caserta e le loro province. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori. Abbiamo una storia ancora da scrivere, ma la faranno i nostri giovani.

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.