Leggi Informare Agosto 2014 N°136

Leggi Informare Luglio 2014 N°135

Leggi Informare Giugno 2014 N° 134

Leggi Informare Maggio 2014 N° 133

Informare Aprile 2014 N°132

Informare Marzo 2014 N° 131

Informare Febbraio 2014 N° 130

http://issuu.com/informareonline/docs/definitivoperissuu

Le culture del paesaggio. L’azione dei Club Unesco

Print Friendly

Alessandro Ciambrone

Alessandro Ciambrone

Si è tenuta dal 7 al 10 aprile u.s. a Caserta la XXXII Assemblea Nazionale della Federazione Italiana Club e Centri UNESCO dal titolo “Le culture del paesaggio. L’azione dei Club UNESCO”, organizzata dal Club UNESCO di Caserta in collaborazione con la Seconda Università di Napoli, la Provincia di Caserta, la Soprintendenza per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici, Artistici ed Etnoantropologici delle province di Caserta e Benevento e l’Ente Provinciale del Turismo. Il tema del paesaggio è al centro dell’attenzione nelle politiche di pianificazione a tutte le scale territoriali, e oggetto di importanti convenzioni internazionali. Nel 1992, la Convenzione sul Patrimonio Culturale e Naturale dell’UNESCO, in vigore dal 1972, introduce la tipologia del “paesaggio culturale”, opera integrata fra l’agire dell’uomo e la natura, che vede nella regione Campania alcuni degli esempi più significativi ed emblematici al mondo, come la Reggia di Caserta con i suoi giardini, il Belvedere di San Leucio e l’Acquedotto Carolino, che, attraversando per 38 km le province di Caserta e Benevento, ne definisce e caratterizza proprio le valenze ambientali. Ancora, fra i siti Patrimonio dell’Umanità in Campania, vano annoverati, fra i paesaggi culturali, sia la costiera Amalfitana che il Cilento. Il primo è un paesaggio mediterraneo eccezionale con uno scenario di grandissimo valore culturale e naturale dovuto alle sue caratteristiche spettacolari e alla sua evoluzione storica. Il Cilento è considerato il parco mediterraneo per eccellenza grazie alla tipologia ambientale che lo contraddistingue (macchia  mediterranea, lecci, ulivi, pinete) e le testimonianze di tutte le civiltà che si sono affacciate su questo mare, dal Paleolitico agli insediamenti di Paestum e Velia, dagli insediamenti medievali fino al capolavoro barocco della Certosa di Padula. A rafforzare ancora maggiormente la necessità di tutelare l’ambiente come traccia identitaria della nostra storia, elemento di sviluppo sociale ed economico, a livello comunitario, è entrata in vigore a Firenze nel 2000 la Convenzione Europea sul Paesaggio. Su queste premesse, l’Assemblea Nazionale si è aperta il 7 aprile nel Palazzo della Provincia di Caserta con i saluti di Maria Luisa Stringa, Presidente della Federazione Italiana dei Club UNESCO, Domenico Zinzi, Presidente della Provincia, Jolanda Capriglione, Presidente del Club UNESCO di Caserta, Francesco Rossi, Rettore della Seconda Università di Napoli nonché Presidente Onorario del Club di Caserta, l’Ambasciatore Alberto Savoia, Segretario Generale della Commissione Nazionale per l’UNESCO. E’ seguita una lectio magistralis di Carmine Gambardella, Preside della Facoltà di Architettura “Luigi Vanvitelli” e Presidente del Centro di Competenza Regionale sui Beni Culturali, Ecologia ed Economia (BENECON). Venerdì 8 aprile i lavori sono continuati a San Leucio presso la Facoltà di Studi Politici e per l’Alta Formazione Europea e Mediterranea “Jean Monnet”, con una presentazione del Preside, Gian Maria Piccinelli, e una visita guidata al Museo della Seta e alla mostra ‘Dialogo fra le Arti e il sito Unesco di Caserta’. Nel pomeriggio l’Assemblea si è spostata a Caserta nella sede della Facoltà di Scienze del Farmaco per l’Ambiente e la Salute, dove il Preside, Paolo Pedone, ha moderato una vivace sessione animata da Domenico Nicoletti, Presidente dell’Osservatorio Europeo sul Paesaggio. Sabato 9 aprile i rappresentanti dei club italiani venuti a Caserta, si sono incontrati al Teatro di Corte della Reggia dove hanno partecipato a una tavola rotonda animata da Vincenzo Scotti, Sottosegretario del Ministero agli Affari Esteri, Paola Raffaella David, Soprintendente per le province di Caserta e Benevento, Francesco Izzo, docente di marketing dei sistemi territoriali (Seconda Università degli Studi di Napoli) e Maria Luisa Nava, Direttore del Museo Provinciale Campano di Capua. La giornata si è conclusa con una visita guidata al Palazzo Reale e alla mostra ‘Maestà Regia – Arte a Palazzo, dai Farnese ai Borbone’. Domenica 10 aprile, i rappresentanti dei club UNESCO italiani si sono incontrati per un aperitivo e la chiusura dei lavori al Borgo medievale di Casertavecchia.

Alessandro Ciambrone. Architetto. Presidente Associazione Albergatori e Ristoratori del Litorale Domitio. Vice Presidente Club UNESCO Caserta – alessandro.ciambrone@gmail.com

Officina Volturno

Officina Volturno

Comune di Castel Volturno

Comune di Castel Volturno

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al nostro mensile, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Categorie

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.